Muos Niscemi, ricorso del Ministero: il Consiglio e la giunta si oppongono

Il via libera è arrivato all’unanimità: quindici voti favorevoli su quindici

NISCEMI. Consiglio comunale e giunta municipale: una sola voce contro il Muos. Lunedì sera, l'assemblea cittadina, convocata con procedura straordinaria e urgente, ha approvato all'unanimità dei presenti (15 voti favorevoli su 15), con la immediata esecutività, la proposta che impegna l'esecutivo a intervenire "ad opponendum", presso il Tar di Palermo, contro il ricorso del Ministero della Difesa che chiede l'impugnativa della revoca delle autorizzazioni decisa il 29 marzo scorso dal Governo Crocetta. Già, prima ancora della riunione del civico consesso, il sindaco Francesco La Rosa si era dichiarato nettamente favorevole ad accogliere il suggerimento che gli sarebbe venuto dal consiglio. La mozione approvata impegna il sindaco a presentare tempestivamente e con l'ausilio di un legale la domanda di intervento nel giudizio amministrativo ad opponendum per far rilevare l'infondatezza del ricorso del Ministero della Difesa e della domanda cautelare. Ciò perché l'accoglimento del ricorso, oltre a creare un grave danno all'interesse pubblico, recherebbe un grave pregiudizio alla salute dei niscemesi e dei siciliani. Inoltre, il Comune dovrà chiedere contestualmente al Ministero della Difesa il risarcimento del danno patrimoniale pari a 25 mila euro al giorno causato, a partire dal 1991, dalla centrale di telecomunicazione della Marina militare Usa, la Naval Radio Transmitter Facility (NRTF), e il risarcimento del danno non patrimoniale da quantificare successivamente perché la sua presenza ha inciso negativamente sull'immagine del territorio niscemese, insistendo la stessa centrale in area vincolata per la tutela dell'ambiente. Al dibattito sono intervenuti Giuseppe Rizzo, capogruppo Idv, che ha sottolineato il forte conflitto istituzionale venutosi a creare tra Governo Centrale e Regione Siciliana, auspicando che con il nuovo Governo Letta si possa aprire un dialogo sereno per definire la problematica Muos. Gianluca Cutrona, capogruppo Pd, condividendo il documento, ha proposto l'affidamento dello studio sulle onde elettromagnetiche a una commissione indipendente con la partecipazione di un esperto di fiducia del Comune. Giuseppe Giugno, coordinatore della coalizione La Rosa, ha criticato la "classe politica regionale e nazionale assente" in questa delicata vicenda. Il Gruppo consiliare Idv, che ha proposto il documento approvato, ringrazia il professore Gaetano Buccheri, per essersi fatto carico di redigere la mozione.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati