Sterilizzare allunga la vita e ne migliora la qualità

E' il risultato di una ricerca condotta dall'Università della Georgia, negli Stati Uniti, e pubblicata nella rivista scientifica Plos One

PALERMO. Un cane sterilizzato vive di più e meglio. È il risultato di una ricerca condotta dall'Università della Georgia, negli Stati Uniti, e di recente pubblicata nella rivista scientifica Plos One. Così, se per il cane non castrato l'età media di morte è di 7,9 anni, quello sterilizzato invece è più longevo: 9,4 anni. Lo studio è stato condotto esaminando un campione di più di 40 mila decessi registrati nel database di un medico veterinario. Ad aumentare le loro prospettive di vita, la ridotta percentuale di contrarre malattie infettive o traumi per i cani sterilizzati. Nonostante vivano di più, però, la sterilizzazione non li esenta neanche da altre patologie. Sempre secondo lo studio, infatti, i cani sterilizzati avrebbero, al contrario di quelli che non hanno subito alcuna gonadectomia, più probabilità di ammalarsi di cancro o di malattie autoimmuni. Ormoni riproduttivi, come il progesterone e il testosterone, infatti, possono sopprimere la funzionalità normale del sistema immunitario, facilitando l'insorgere di malattie autoimmuni. In conclusione, secondo quanto presentato dall'Università della Georgia, non solo i cani sterilizzati vivono di più, ma tra questi ultimi e quelli non castrati si dovrebbe fare attenzione a forme di prevenzione diverse: più controlli di prevenzione oncologica per i primi, attenzione alle infezioni e ai traumi per i secondi.
A. S.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati