Ladri scatenati, furti nelle scuole e nelle case

CALTANISSETTA. Non sono rimasti inattivi i ladri nel fine settimana. La loro azione, al contrario, si è fatta ancora più intensa facendo nuovamente alzare il livello di preoccupazione in cittadini e forze dell'ordine. Colpi a raffica, in scuole e abitazioni, è stato rubato un ciclomotore mentre un altro furto - in una villetta periferica - è andato a monte. I massicci controlli di polizia e carabinieri non frenano l'offensiva dei ladri ormai letteralmente scatenati, anche se i bottini racimolati non sembrano esaltanti: soldi (pochi), oggetti in oro e monetine. Si sono rifatti vivi i cosiddetti "ladri di merendine" e la scuola colpita - per l'ennesima volta - è la media "Giovanni Verga" in via Rosso di San Secondo. IL colpo verosimilmente è stato commesso nella notte fra sabato e domenica e a facilitare l'incursione ladresca è stata senz'altro la scarsa illuminazione dei luoghi. Gli ignoti hanno forzato la porta d'ingresso poi si sono diretti al primo piano scardinando l'ingresso della sala docenti dove era stato installato il distributore automatico di caffè. Hanno quindi violato la gettoniera presumibilmente con robusti cacciaviti e si sono impossessati del suo contenuto tutto in monete. IL bottino non sembra rilevante. L'incursione è stata scoperta dal personale della scuola ieri mattina quando ha trovato l'ingresso socchiuso e con chiari segni di effrazione. Subito dopo sono arrivati gli agenti delle Volanti per le constatazioni di rito. La "Verga" è stata - al pari di "Mottura" e "Manzoni" - è stata una delle scuole più colpite dal fenomeno esploso in piena estate prima ancora che venisse inaugurato l'anno scolastico. Quello della scorsa notte sarebbe il terzo furto. Ladri d'appartamento scatenati soprattutto nel vecchio centro storico (rioni Saccara e San Rocco) dove episodi del genere si stanno verificando con sconcertante frequenza. In caso sono stati rubati soldi (un centinaio di euro) e preziosi, nell'altro (l'abitazione di un cittadino di origine marocchina dietro via Re d'Italia) sono stati trafugati oggetti di scarso valore. Riprendono anche i furti di ciclomotore. L'ultimo colpo in ordine di tempo è stato perpetrato nelle vicinanze della parrocchia San Paolo dove è stato trafugato un Aprilia Scarabeo. Sfuma, infine, un furto in una villetta di contrada Santo Spirito dove i ladri si erano introdotti dopo aver scavalcato la recinzione. Si erano intrufolati nelle stanze quando il sistema d'allarme collegato con la centrale operativa della questura si è messo a squillare. Circostanza che ha indotto gli ignoti a desistere e ad abbandonare precipitosamente la villetta presa di mira. Tutti i colpi in questione sono stati denunciati in questura.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati