Tunisino disoccupato minaccia ex datore nel Ragusano

SANTA CROCE CAMERINA. Un bracciante agricolo tunisino disoccupato di 38 anni, Kamel Sboui, è stato arrestato carabinieri a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, dopo che è tornato a minacciare di incendio alle serre il titolare di un'azienda agricola nella quale aveva lavorato che, a suo dire, doveva pagargli alcune mensilità arretrate.
L'uomo era stato alcune ore prima denunciato dai carabinieri per lesioni, minaccia e tentativo di incendio dopo che si era presentato nell'azienda agricola con il proposito di appiccare un incendio e poi di darsi fuoco egli stesso. Aveva tirato fuori da uno zaino una bottiglia contenente un litro e mezzo di benzina ed un accendino e dopo aver rotto una bottiglia di vetro aveva cominciato a tagliarsi. Non contento, dopo essere stato rilasciato, il tunisino è tornato nell'azienda e ha rinnovato le sue richieste alla vittima ferendo inoltre al volto uno dei militari che nel frattempo erano nuovamente intervenuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati