Ars approva il bilancio, fondi per l'Ast

PALERMO. L'Ars ha approvato tutti gli articoli del bilancio di previsione 2013 a legislazione vigente, il voto finale avverà contestualmente alla finanziaria.
Nell'ambito dell'esame del bilancio, l'Ars ha approvato un emendamento del governo che assegna 10 milioni di euro all'Azienda siciliana trasporti (Ast). Poco prima, l'aula aveva bocciato con voto segreto (19 sì e 53 no) un subemendamento soppressivo del capitolo per l'Ast, proposto dai deputati dell'opposizione Roberto Di Mauro (Pds-Mpa), Bartolo Fazio (misto), Nello Musumeci e Santi Formica (lista Musumeci).
L'ufficio di presidenza dell'Ars ha stralciato alcune norme contenute nella Finanziaria perchè non attinenti alla materia o ritenuti a rischio impugnativa del commissario dello Stato.  Le norme stralciate riguardano il Ciapi Palermo (soppressione e trasferimento personale al Ciapi di Priolo), Iacp, i dirigenti della Regione e i fondi Cas, quest'ultimo costringerà il governo a recuperare 15 milioni di euro, in parte potrebbero essere attinti dai fondi previsti per i contributi alla cosiddetta tabella H (al momento 25 mln).
L'aula ora sta approvando gli articoli che non hanno emendamenti, tutti gli altri vengono
accantonati dalla Presidenza per esaminarli successivamente. L'unica norma emendata è quella sull'abolizione del consiglio di amministrazione e della figura del direttore generale del Cefpas, approvato con una modifica proposta dal gruppo 5stelle. La norma prevede la sostituzione del Cda con il 'Direttore di centrò e il collegio dei revisori, salta invece il comitato scientifico come proposto dai 'grillinì.  In aula sono presenti il governatore Rosario Crocetta e gran parte degli assessori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati