Regione, tagli alle auto blu

Riduzione delle vetture di servizio per l'emendamento proposto dai deputati del Movimento 5 Stelle che puntavano all’azzeramento totale. Il provvedimento, invece, sarà riscritto in termini un po' meno rigidi “per garantire alcuni servizi essenziali”

PALERMO. Dimagrisce il parco auto blu e di servizio della Regione. E' scattato, sostanzialmente il via libera, in Commissione Finanze all'Assemblea siciliana, per l'emendamento proposto dai deputati del Movimento 5 Stelle. Il verde per il momento è provvisorio. La commissione, infatti, si é impegnata a riscrivere il provvedimento in termini un po' meno rigidi di quanto proposto dai deputati 5 Stelle, che puntavano all'azzeramento totale del parco macchine (442 auto blu e 2562 di servizio), lasciando in vita solo quelle a disposizione del presidente della Regione e dell'Ars.
"L'emendamento - afferma Giorgio Ciaccio, componente della commissione Bilancio del gruppo 5 stelle - sarà portato in Aula con qualche correttivo, per garantire alcuni servizi essenziali, ma la ratio non sarà snaturata. E questa per noi è una grandissima vittoria. Senza il Movimento 5 Stelle, infatti, l'argomento auto blu non sarebbe stato nemmeno oggetto di discussione". Il taglio del parco macchine non sarà solo a carico della Regione e dell'Ars, ma interesserà anche le partecipate a maggioranza dalla Regione e degli altri enti collegati.
"Il segnale che arriva oggi dall'Ars - afferma il deputato Cinque Stelle, Salvatore Siragusa - è importantissimo. Dimostra che anche qui ci si comincia a rendere conto che il tempo dei privilegi è definitivamente tramontato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati