Milano, rompe la testa all'ex moglie: arrestato

MILANO. Ha colpito alla testa l'ex moglie fino a spaccarle il cranio, rischiando di ucciderla, perché non voleva che si rifacesse una vita dopo il divorzio. La donna, ricoverata, non sarebbe in pericolo di vita e l'uomo è stato arrestato dai carabinieri per tentato omicidio.

E' accaduto a Bernareggio, nella tarda serata del 25 aprile. H.H., marocchina 44enne residente in Italia da anni, è stata aggredita in casa sua in via Mazzini, dove l'ex marito e padre dei suoi tre figli, L.A., anche lui marocchino, operaio 48 enne incensurato, l'ha raggiunta per dare sfogo a un'ennesima crisi di gelosia. Dopo aver colpito ripetutamente la donna al capo fino a farla crollare svenuta a terra, L.A. è tornato nel suo appartamento, nel medesimo comune, e si è messo a dormire.

L'aggressione, per fortuna, è stata notata da un vicino che ha immediatamente chiamato i soccorsi. I carabinieri di Bernareggio, dopo aver soccorso la 44enne, hanno atteso che si risvegliasse e dicesse loro chi fosse stato ad aggredirla. Poi hanno bloccato l'uomo. Secondo quanto ricostruito, l'uomo non tollerava una nuova relazione della sua ex, mentre lui aveva un'altra moglie ed altri quattro figli in Marocco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati