Governo, Napolitano affida l'incarico a Enrico Letta

Una telefonata dal Quirinale al Pd ha ufficializzato la convocazione da parte del capo dello Stato del vicesegretario del Partito democratico. Poi l'incontro e l'incarico ufficiale

ROMA. Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ha affidato a Enrico Letta l’incarico di formare il nuovo governo. Il vicesegretario del Pd ha ricevuto in mattinata la convocazione dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Ieri le consultazioni del presidente della Repubbica con i partiti. Oggi la telefonata dal Quirinale ai vertici del Pd per confermare ufficialmente l’incarico a Letta. Proprio la consultazione col Pd ieri era durata più di un’ora. «Lavoro e riforma della politica. Sono i principali punti su cui deve avere le priorità il nuovo governo», ha affermato ieri sera Letta.

BERSANI: "BENISSIMO LETTA". Pierluigi Bersani ha commentato con grande soddisfazione l'incarico a Enrico Letta. «Bene, benissimo» ha detto entrando alla sede del Pd.

AMATO: "SODDISFATTO DELLA SCELTA". Soddisfatto di Enrico Letta presidente del Consiglio incaricato? «Assolutamente sì». Sono le uniche parole di Giuliano Amato, arrivato ora al Vittoriano per la presentazione della mostra su Machiavelli. Alla presentazione del libro 'La Repubblica del presidentè, Giuliano Amato, proprio negli stessi minuti in cui viene chiamato al Quirinale Enrico Letta per ricevere il mandato a formare il nuovo governo, punta il dito contro le forze politiche che finora sono rimaste sorde agli appelli di Napolitano. Tornando alla metafora del motore di riserva, Amato aggiunge: «Cosa ci mette Napolitano di più in tutto ciò? Alle prese con un sistema politico-istituzionale non molto diverso dalla mia Panda del '90, lui è come il motorino di avviamento, il cui uso è frequente perchè l'auto si spegne con facilità». «In questo settennato - conclude Amato - è stato necessario che Napolitano intervenisse, non in sostituzione di qualcuno o qualcosa, ma per riaccendere la macchina».  

LETTA AL QUIRINALE BREAKING NEWS ALL'ESTERO. La notizia della convocazione del vicesegretario del Pd, Enrico Letta, al Quirinale è rimbalzata immediatamente sulla stampa estera diventando breaking news del Wall Street Journal. Anche il francese Le Figaro l'ha messa in apertura del suo sito online.

LETTA ARRIVA AL COLLE. Il vice segretario del Pd Enrico Letta ha lasciato la sede dell'Arel, il think tank da lui presieduto ed è arrivato da pochi minuti al Quirinale dove dovrebbe ricevere l'incarico da Giorgio Napolitano. Letta ha lasciato l'Arel sorridendo ma non replicando alle domande dei cronisti, alla guida di una Fiat Ulysse. A bordo della macchina è arrivato da solo al Quirinale.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati