A Catania nasce il coordinamento degli Istituti tecnici superiori siciliani

Si tratta di corsi biennali o triennali sul settore dell'alta istruzione. nell'Isola sono presenti cinque Its a Caltagirone, Piazza Armerina, Siracusa, Messina e Catania

CATANIA. È stato costituito stamane a Catania il Coordinamento Regionale degli Istituti Tecnici Superiori in Sicilia, i cui cinque presidenti si sono riuniti nel capoluogo etneo per «realizzare attività di coordinamento riguardanti le politiche formative (legate all'alta istruzione tecnica) e di inserimento lavorativo dei giovani sui settori strategici dell'economia italiana».
Gli Istituti Tecnici Superiori sono dei corsi biennali o triennali sul settore dell'alta istruzione tecnica costituiti con Decreto del Ministro dell'Istruzione e previsti dalla pianificazione dell'Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione. Entro dicembre circa cento giovani siciliani avranno conseguito il diploma di Tecnico Superiore, che consentirà un
immediato inserimento lavorativo.
Il Coordinamento ha richiesto un incontro con l«assessore regionale alla Pubblica istruzione Scilabra per "concordare insieme ad imprese, associazioni datoriali e di categoria, le linee programmatiche per lo sviluppo del settore terziario dell'istruzione, che vede l'Italia in notevole ritardo rispetto al resto di tutti i Paesi europei, dove i Tecnici Superiori
esistono da anni".
In Sicilia sono presenti cinque Its: Euclide - Tecnologie innovative per i beni culturali/Turismo, a Caltagirone; E. Majorana - Efficienza energetica, a Piazza Armerina (Enna); F. Juvara - Tecnologie innovative per i beni culturali/Turismo, a Siracusa; Antonello - Nuove tecnologie per il Made in Italy - Sistema alimentare, a Messina; Mobilità sostenibile, a Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati