Cani da salvataggio in mare: Mondello avrà una postazione

In Sicilia una scuola per l’addestramento dei bagnini a quattrozampe per prestare soccorso. Istruiti pure i proprietari. Ecco come si ottiene il brevetto

PALERMO. Baywatch a quattro zampe in formazione per sorvegliare le spiagge e i mari siciliani durante la prossima stagione estiva. A partire da quest'anno, durante i weekend di luglio e agosto, avranno la loro prima postazione fissa a Mondello, vicino alla spiaggia libera.
Sono i cani-bagnini della sezione siciliana della Scuola italiana cani da salvataggio (Sics), con sede a Palermo, un'associazione di volontariato di Protezione civile, che opera, a livello nazionale, istruendo cani e proprietari a prestare soccorso in mare e sulle spiagge. Con un corso a pagamento della durata di nove mesi, insomma, i nostri amici a quattro zampe e i loro padroncini potranno ottenere il brevetto che li riconoscerà come soccorritori e assistenti bagnanti. Una passione per il volontariato e uno spirito di servizio che coinvolge così anche i pelosetti.
Tre le razze scelte per essere addestrate: labrador, golden retriever e terranova. A prevalere sono le qualità che fanno di questi cagnolini degli ottimi nuotatori e degli abili volontari pronti al soccorso. «Sono cani molto docili e abituati al riporto, caratteristiche che, insieme all'agilità corporea e alle capacità natatorie, li rendono idonei a queste attività», spiega il presidente Sics Tirreno Roberto Gasbarri. Otto cani siciliani, fra labrador e golden retriever, hanno avviato, a partire da sabato e domenica scorsi, sulla spiaggia di Vergine Maria, le prime lezioni di salvataggio in acqua con i loro padroncini; stage che costituiscono la parte finale dell'addestramento. Una volta concluso il corso, all'inizio della stagione balneare, insieme ai proprietari saranno operativi come volontari di Protezione civile per il pattugliamento delle spiagge o a bordo di motovedette per la sorveglianza della costa palermitana. Per la prima volta quest'estate i cani-bagnini avranno anche una loro postazione fissa a Mondello, al confine con la spiaggia libera. «I nostri cani - spiega Marcello Consiglio, referente della sezione siciliana del Sics - saranno presenti tutti i weekend di luglio e agosto, quando i bagnanti sono più numerosi, sorvegliando la battigia e il mare. Sempre pronti ad intervenire al momento del bisogno».
Nata solo qualche anno fa, la sezione siciliana della Sics, ad oggi presente solo a Palermo, è stata l'ultima tra quelle italiane a fare la sua comparsa. «La Scuola italiana cani salvataggio nasce circa 25 anni fa all'idroscalo di Milano e l'idea nel giro di pochi anni ha subito contagiato tantissimi volontari in tutta Italia, sino a contare, in tutta la Penisola, circa trecento unità cinofile. Un'iniziativa ritenuta davvero utile se a lasciarsi coinvolgere è stato persino qualche personaggio famoso. Francesco Totti e Ilary Blasi infatti hanno già due bagnini in casa, o sarebbe meglio dire in cuccia: i loro due labrador, dal nome, forse non proprio casuale, Ariel e Flipper.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati