Formazione, la Scilabra chiede lo sblocco dei finanziamenti

"Troppo caro - sostiene l'assessore - è il prezzo che stanno pagando i lavoratori della formazione professionale in Sicilia, al mancato pagamento degli stipendi da parte degli enti su cui stiamo procedendo sul piano del rigore e del ripristino delle regole si aggiunge un'eccessiva lentezza da parte della macchina amministrativa"

PALERMO. Nelli Scilabra, assessore regionale alla formazione, ha firmato un atto di indirizzo in cui chiede al Dipartimento della formazione professionale di accelerare e snellire tutte le procedure per l'erogazione dei finanziamenti verso gli enti per garantire un veloce pagamento delle spettanze ai lavoratori. «Troppo caro - sostiene Scilabra - è il prezzo che stanno pagando i lavoratori della formazione professionale in Sicilia, al mancato pagamento degli stipendi da parte degli enti su cui stiamo procedendo sul piano del rigore e del ripristino delle regole si aggiunge un'eccessiva lentezza da parte della macchina amministrativa della Regione nel portare a termine le procedure. Un'infinità di passaggi burocratici e un farraginoso sistema burocratico messo in piedi da chi ci ha preceduto. Ho piena fiducia nel direttore generale del dipartimento, Anna Rosa Corsello e sono convinta che la nostra regione abbia al suo interno ottime professionalità - continua - che sapranno cogliere la necessità di impegnare tutte le proprie competenze per lanciare un segnale di forte cambiamento».  «La Regione siciliana - si legge nell'atto con cui si invita a garantire la massima rapidità per lo sblocco dei trasferimenti agli enti - ha il dovere di dare un'adeguata risposta al progressivo disagio sociale creatosi nelle ultime settimane. Il Dipartimento orienti l'attività di ciascun responsabile del procedimento nel senso dell'accelerazione e dello snellimento dei procedimenti presi in carico attenendosi ai recenti interventi legislativi di carattere nazionale e regionale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati