Affitta una casa non sua e raggira un tunisino, un arresto a Palermo

PALERMO. Ha tirato fuori 750 euro, il corrispettivo di tre mensilità, più 50 euro per registrare il contratto d'affitto di un appartamento dove non è mai andato ad abitare con la sua famiglia. È accaduto a un tunisino, raggirato a Palermo da un trentasettenne - rintracciato e denunciato dalla polizia - che su Internet proponeva un appartamento a basso prezzo in via Bagolino, dove lo scorso dicembre il crollo di un palazzo provocò la morte di 4 persone. Il truffatore ha fatto visitare l'appartamento - di cui non era proprietario, anche se era in possesso delle chiavi - al tunisino, dandogli appuntamento quando era già buio per evitare che notasse le vicine macerie. Dopo la firma del contratto (con false generalità), gli ha dato false chiavi, prima di dileguarsi. Per settimane il maghrebino non è riuscito a rintracciare il locatario, fino a ieri mattina, quando l'ha visto proprio in via Bagolino e ha chiamato la polizia. Gli agenti stanno verificando l'eventuale complicità del proprietario della casa. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati