Aspettando il derby, Pulvirenti: ambizioni europee? E' difficile

"Ci sono squadre più importanti e blasonate di noi", ha osservato il presidente del club etneo. In questo momento, il Catania pensa soprattutto a ribaltare la sconfitta dell'andata contro il Palermo

MILANO. La zona Europa league è lontana solo cinque punti, ma il Catania pensa soprattutto a ribaltare la sconfitta dell'andata contro il Palermo fra due giornate. «Ambizioni europee? Lasciamo stare, siamo là, ci tentiamo, ma sappiamo che è difficile, ci sono squadre più importanti e blasonate di noi», ha osservato il presidente del club etneo, Antonino Pulvirenti, già proiettato sul derby siciliano in programma il 21 aprile, a Catania. «Ci sono due partite importanti nella stagione del Catania - ha osservato -, quella d'andata e quella di ritorno contro il Palermo». Pulvirenti ha anche smentito le voci di mercato su Papu Gomez. «Non c'è nessuna trattativa per nessun giocatore del Catania - ha detto, prima dell'inizio dell'Assemblea della Lega di Serie A -. Non credo che il Catania cambierà molto in estate; il prossimo mercato sarà povero, con pochi trasferimenti». Infine, il presidente del Catania, che un mese fa aveva polemizzato per alcune decisioni arbitrali relative alla partita contro la Juventus, commentando le recenti proteste dell'Inter, ha notato che «si può sbagliare, come è successo a Ranocchia davanti alla porta vuota, anche gli arbitri sbagliano. Moratti? Credo che il suo sia stato uno sfogo - ha replicato Pulvirenti - ma quello che è successo a noi con la Juve non è paragonabile».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati