Cassazione: Riina resta al 41 bis, no al ricovero in ospedale

ROMA. Totò Riina resta al 41 bis: non sarà ricoverato in ospedale nonostante sia malato di cuore. Lo ha deciso la Settima sezione penale della Cassazione, che - con sentenza depositata oggi - lo scorso 18 gennaio ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal legale del boss contro il rigetto del differimento della pena, la sospensione del 41 bis e il ricovero in una struttura ospedaliera. La suprema Corte ha decretato che il Tribunale di Sorveglianza ha ben operato (l'ordinanza è del novembre 2011) nel ritenere che gli accertamenti sul padrino, anche dopo l'operazione per l'applicazione del peacemaker siano "praticabili in regime di detenzione". "Le pressanti ragioni di prevenzione che si impongono - scrivono i supremi giudici - non escludono affatto di fare fronte in modo adeguato alle esigenze di cura".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati