Accusati per furto di rame, processo per sette a Marsala

MARSALA. La Procura di Marsala ha disposto la citazione diretta a giudizio per sette persone accusate di furto di cavi di rame dalle linee elettriche e interruzione di pubblico servizio. Ad essere processati (prima udienza il 10 giugno prossimo) saranno Gianluca Lanza, Gaetano Sossio e Antonino Messana, di Mazara del Vallo (TP), Pietro Randazzo, di Palermo, e i romeni Marian Pirvan, Gheorghe Costel e Dimitru Baziliuc. L'indagine, svolta dai carabinieri di Marsala e Mazara e coordinata dal sostituto procuratore Dino Petralia, fu avviata, lo scorso anno, a seguito dei numerosi furti di cavi di rame, tranciati dalle linee elettriche nelle campagne di Castelvetrano e Campobello di Mazara. I black out misero in crisi anche gli impianti dell'acquedotto «Bresciana» e alcuni centri della provincia di Trapani, nell'agosto 2012, rimasero senz'acqua per alcuni giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati