Kurtic: "Dobbiamo fare la guerra a ogni partita"

"E' quello che ci ha detto di fare Sannino. Non c'è tempo per fare il gioco", ha detto oggi in conferenza stampa il centrocampista del Palermo. "Pensiamo a una gara per volta"

PALERMO. È tornato l'entusiasmo in casa rosanero dopo la vittoria con la Roma che rilancia le speranze di salvezza. Dopo i tanti fischi , sono tornati gli applausi al Barbera. «È normale che si contesti - ha detto Jasmin Kurtic, centrocampista del Palermo -, perchè eravamo ultimi in classifica, è giustissimo. È giusto che ci mandino a quel paese, la responsabilità è nostra, nè del presidente nè dell'allenatore. Noi dobbiamo dimostrare di potercela fare». Tutti sono contenti del ritorno in panchina di Giuseppe Sannino che ha ridato grinta all'ambiente. «Sannino stava già facendo un buon lavoro, adesso ha ripreso la squadra - ha spiegato -. Abbiamo lavorato molto bene, siamo riusciti a fare una bella partita contro la Roma. Adesso ci sono Sampdoria e Bologna, sono decisive ma c'erano anche Siena, Atalanta, prima. Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento, andare in campo e fare la guerra, come dice il mister, senza badare alla bellezza. Ora dobbiamo fare la guerra con tutti».  Contro la Samp i rosa ritroveranno il tecnico Delio Rossi che adesso allena i blucerchiati. «Con la Sampdoria sarà dura, ho giocato lì con la maglia del Varese - ha concluso -, i tifosi sono sempre vicini alla squadra e sono certo che non sarà semplice. Rossi è un grande allenatore, ha lasciato un grande ricordo qui a Palermo, ai giocatori e a tutti. Per noi però sarà un nemico, dobbiamo guardarlo come un allenatore normale, rispettandolo e senza avere paura».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati