Papa: "Cessi ogni violenza nel mondo"

E' il messaggio Urbi et Orbi lanciato dal pontefice nel giorno di Pasqua agli oltre 250 mila fedeli giunti in piazza San Pietro

CITTA' DEL VATICANO. Ha invocato la fine delle guerre e dei conflitti, implorato la pace e difeso la vita. Papa Francesco lo ha fatto nel giorno di Pasqua, lanciando il suo messaggio Urbi et Orbi agli oltre 250 mila fedeli arrivati in piazza San Pietro.
«Domandiamo a Gesù risorto - ha detto -, che trasforma la morte in vita, di mutare l'odio in amore, la vendetta in perdono, la guerra in pace». Pace per il Medio Oriente, «in particolare tra Israeliani e Palestinesi» perchè «riprendano con coraggio e disponibilità i negoziati». Quindi in Iraq, «perchè cessi definitivamente ogni violenza», e «per l'amata Siria», auspicando «che si riesca a trovare una soluzione politica alla crisi». Ma anche per l'Africa, «ancora teatro di sanguinosi conflitti», come in Mali, nella Repubblica Democratica del Congo o in quella Centrafricana. Per la Nigeria auspica la fine degli attentati terroristici e dei sequestri di persone, anche bambini.
«Cristo è la nostra pace - ha aggiunto - e attraverso di Lui imploriamo pace per il mondo intero». Bergoglio ha detto quindi «no» alle minacce alla vita umana e alla famiglia, alla tratta di persone, al narcotraffico, allo sfruttamento iniquo delle risorse naturali, invitando a essere «custodi responsabili del creato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati