Sicilia, Qui Palermo

Miccoli e Ilicic superstar, bene la difesa

Il capitano stravince il confronto a distanza con Totti. Lo sloveno in giornata di grazia. Bravo Sannino, azzeccate le sostituzioni

PALERMO
Sorrentino, 6,5. Non compie miracoli, ma giusti quel paio di interventi importanti che servono a dare sicurezza a tutta la squadra. Importante quello Totti un minuto prima del raddoppio rosa.
Munoz, 6,5. L’unica sbavatura la commette su Osvaldo nella ripresa. Lo salva Sorrentino. Per il resto, però, partita attenta.
Von Bergen, 6,5. Padrone della difesa, di testa c’è sempre o quasi. Solo De Rossi lo mette un po’ in difficoltà sui calci piazzati.
Aronica, 6,5. Dopo le deludenti prestazioni, arrivava un cliente scomodo: Lamela. La bretella costruita con Dossena prima e Garcia poi servono per contenere il numero 8 giallorosso.
Morganella, 6,5. Abbina difesa e azioni offensive nel primo tempo. Bella la discesa che porta all’assist per Kurtic. La sosta gli ha giovato.
Barreto, 6,5. Non è una cattiveria dire che il periodo passato fuori dai campi per infortunio gli abbia fatto bene. Gli è servito a ricaricare le pile. Utile a centrocampo, crea superiorità in attacco nel primo tempo. La condizione non è al top ed esce per crampi.
80’ Faurlin, SV.
Donati, 6. Senza strafare, gioca una delle migliori partite del suo personale campionato, non sfigurando di fronte a De Rossi.
Kurtic, 6,5. È stato atteso per 30 partite. Oggi la prima vera prestazione convincente. Avrebbe meritato più fortuna in occasione del palo.
Dossena, 6. Non è ancora il migliore Dossena, ma sicuramente in ripresa. Più che spingere, il suo compito era quello di aiutare Aronica a contenere Lamela. Missione compiuta.
60’ Garcia, 6. Funziona la staffetta con Dossena. L’esterno entra subito in partita. Randella quando c’è da randellare e si propone, dando forze fresche alla squadra.
Ilicic, 7,5. C’è bisogno di questo Ilicic in queste ultime 8 gare. Qualità, gol e assist. Ma anche applicazione e senso tattico nei momenti focali della gara nel secondo tempo.
Miccoli, 7,5. Finalmente il capitano. Non è un caso che in una squadra con evidenti limiti quando gira lui, è tutto il Palermo a farsi più pericoloso. Una traversa, un assist e un gol e la sensazione di essere pericoloso ogni volta che tocca palla. La benzina finisce a inizio ripresa e Sannino lo sostituisce. Stravinto il duello a distanza con Totti.
51’ Dybala, 6. Avrebbe un paio di situazioni per affondare meglio il colpo, ma viene preso dalla frenesia. La sua corsa però ha tenuto in apprensione la difesa ospite.
Sannino, 7. Il piccolo capolavoro di oggi è stato sicuramente anche merito suo e del lavoro fatto durante la sosta. Nessun stravolgimento tattico, ma più convinzione e da parte della squadra. Azzeccati i cambi.


ROMA
Stekelenburg, 5,5; Piris, 4 (73’ Torosidis, VS); Burdisso, 5; Castan, 5; Perrotta, 5,5 (46’ Osvaldo,5); De Rossi, 4,5; Tachtsidis, 5 (46’ Pjanic, 6); Marquinho, 5; Lamela, 5; Florenzi, 5; Totti, 5; Andreazzoli, 5
Arbitro Calvarese, 5.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati