Dune di Capo Passero, associazione dice "no" a lido

PALERMO. "Le pale meccaniche sono già in azione all'Isola delle correnti. Neppure il lembo più a sud d'Italia (a Capo Passero, Siracusa), in cui sopravvivono le ultime dune del Mediterraneo con la loro preziosa flora che è valsa al sito l'inclusione nel Piano regolatore dei parchi e riserve naturali e nei Siti di Interesse Comunitario (SIC) si sottrarrà al business dell'ombrellone: qualcuno  ha autorizzato la creazione di un lido balneare con servizio bar e ristorazione e wc chimici, pare anche  con tanto di 'fossa' a ridosso del mare".
A scriverlo, l'associazione di cittadini che si è costituita un mese fa "per scongiurare l'ennesimo scempio" e "in generale per sensibilizzare la comunità alla difesa di tutti quei luoghi in Italia che vengono considerati sempre di più solo luoghi da sfruttare per un turismo "cieco", e "affermare il diritto sempre più calpestato di chi vuole vivere la natura e il mare senza sovrastrutture e biglietti da pagare". "E' scandalosa la politica delle concessioni demaniali nella nostra regione, è scandaloso che non si stia sottraendo nulla alla speculazione. Persino la riserva di Vendicari è lambita da nuovi lidi balneari. - scrive ancora l'associazione Isola delle Correnti - . Per questo innanzitutto ci rivolgiamo al presidente della Regione Rosario Crocetta, la cui azione in questi primi mesi di governo è stata improntata su apprezzati e drastici interventi di recupero della legalità su vari fronti: quello ambientale è il più urgente, e non dubitiamo della sua sensibilità su questo tema". "Come cittadini - concludono - esigiamo che le autorità preposte ci rassicurino sul fatto che quanto sta succedendo all'Isola della Correnti è legittimo e non pregiudicherà la natura di quel luogo". L'associazione ha anche lanciato una petizione online.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati