Yoga e relax in aeroporto in attesa di decollare

PALERMO. Prendere l'aereo non è mai solo un divertimento, anzi, il più delle volte è quasi uno stress: code infinite, bagagli pesanti, ma soprattutto gli interminabili momenti «morti», quelli in cui non c'è proprio nulla da fare, rendono i tempi di attesa ancora più estenuanti accrescendo stress e ansia nei viaggiatori. Per far fronte alle esigenze dei viaggiatori più «sensibili», gli aeroporti delle maggiori città del mondo si sono attrezzati con veri e propri centri benessere. Massaggi, ma anche saune, bagno turco, vasche idromassaggio, nonché corsi di yoga e salotti di lettura sono adesso a disposizione dei viaggiatori in transito. Negli Stati Uniti la tendenza è in pieno boom, e gli aeroporti fanno a gara nel creare l'ambiente più accogliente possibile. Le spa in aeroporto non sono un'idea nuovissima (i maggiori scali ne sono muniti già da diversi anni) ma si sono diffuse a macchia d'olio in tempi recenti. Anche in Italia si ha qualche esempio di nuove realtà dedicate al benessere negli aeroporti: Milano Malpensa ha la sua beauty farm Portofino's, Bari ha un percorso ginnico per sgranchire le gambe, mentre Fiumicino è dotato di una sala polisensoriale, la Tonic Beauty Club dove rilassarsi con massaggi olistici, aromaterapia, cromo e musicoterapia.

E. MA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati