Sicilia, Archivio

Netturbini, trovato l'accordo dopo la protesta

I dipendenti di Caltambiente hanno lasciato l'aula consiliare del Comune occupata per manifestare contro il mancato stipendio del mese di febbraio. Il sindaco Campisi: "Saranno pagati entro la prossima settimana".

CALTANISSETTA. Aula consiliare occupata dai netturbini di Caltambiente che ieri mattina non hanno raccolto i rifiuti per protestare contro il mancato pagamento del mese di febbraio. La protesta è stata sospesa in seguito alla promessa da parte del sindaco Michele Campisi secondo cui gli stipendi saranno pagati entro la prossima settimana. Nella mattinata di ieri i netturbini hanno occupato e rumoreggiato nell’aula consiliare mentre erano in corso i lavori del consiglio comunale alla presenza dei parlamentari di Caltanissetta, Gianluca Miccichè e Giancarlo Cancelleri, che erano stati inviati a partecipare ai lavori che hanno riguardato la soppressione delle province. Su invito del sindaco e per consentire il prosieguo dei lavori del consiglio, il primo cittadino ha invitato la delegazione dei lavoratori ed i rappresentanti sindacali a proseguire le trattative nei locali dell’ufficio di gabinetto dove,come detto, è stata raggiunta l’intesa secondo cui il Comune verserà altri cinquanta mila euro in aggiunta di 150 mila euro che erano stati versati per consentire ai lavoratori di percepire almeno l’ottanta per cento dello stipendio. Dei cento cinquanta mila euro, che erano stati anticipati dal comune, novantottomila euro sono stati pignorati da una impresa privata che vantava un credito nei confronto dell’Ato per alcune forniture. Allo scopo di evitare una ulteriore azione restrittiva di pignoramento da parte di altri fornitori il primo cittadino e l’assessore all’Ambiente Gaetano Angilella hanno chiesto l’autorizzazione al commissario liquidatore della società di ambito Elisa Ingala di versare i quattrini direttamente nella casse di Caltambiente, la società che ha in gestione il servizio di raccolta dei rifiuti. L’intesa è stata raggiunta in questo senso, per cui, tra oggi e domani il comune verserà direttamente i soldi destinati al pagamento degli stipendi alla società Caltambiente e così dovrebbe avvenire anche nei prossimi mesi fino a quanto il comune non deciderà di gestire in proprio il servizio di raccolta dei rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati