Gela, Ferracane e Giudice ai ferri corti: «Il trasporto disabili non è interrotto»

L’assessore non si presenta al Centro per l’Impiego e il sindacalista accusa: «Gli operatori vanno pagati»

GELA. Continua a fare discutere la vertenza della cooperativa Progetto Vita. La proroga scade il 31 marzo e la società ha inviato le lettere di licenziamento ai dieci lavoratori che gestivano il servizio speciale del trasporto disabili. Il Comune dal canto suo ha espletato la nuova gara d'appalto, vinta dalla stessa coop ma le polemiche non si placano. Ieri mattina era previsto un incontro al Centro per l'Impiego tra le parti ma erano presenti soltanto i lavoratori ed il segretario della Cgil Ignazio Giudice. Assenti Comune e cooperativa Progetto Vita. "Con amarezza i lavoratori hanno constatato che l'amministrazione e la cooperativa non hanno risposto alla nostra convocazione – dice Ignazio Giudice – Se è tutto a posto come dice l'assessore Ferracane perchè nessuno viene a dircelo? Quel che noi sappiamo è che da cinque mesi gli operatori non ricevono lo stipendio e la data del 31 marzo come licenziamento. Se la gara è stata assegnata perchè il Comune non controlla l'operato della cooperativa, visto che è l'ente committente? A queste domande dovranno darci una risposta, nell'interesse degli operatori e dei 120 assistiti”.
L'assessore Ferracane appare stizzito. “Premesso che sono fuori città – esordisce – non capisco veramente dove stia il problema. I tre servizi per il trasporto disabili (quello speciale, Aias Caltagirone e Aias Gela) sono scaduti il 31 dicembre. Per evitare la scopertura ho concesso una proroga di tre mesi che scadrà il 31 marzo nelle more di espletare le nuove gare. Forse ho avuto il torto di non sospendere i servizi e di assicurare continuità? E' questa la mia colpa? Sappiate che io non presenzio mai alle gare del mio settore, quindi non mi pare grave dimenticare la data di celebrazione di un appalto. Il servizio in questione ripartirà entro i primi giorni di aprile ed i dieci lavoratori torneranno ad operare. Tutto il resto è strumentale”. Poi però un'ultima sottolineatura. “Dove era la Cgil quando il servizio rimaneva scoperto tre-quattro mesi e le società lavoravano gratis?”. Intanto è andata deserta la gara per il trasporto all'Aias di Caltagirone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati