Contro la Roma l’ultima occasione Delio Rossi: "Intensità e ritmo alto per fermarla"

La "cura" Andreazzoli ha rivitalizzato i capitolini che hanno perso soltanto una volta nelle ultime sei giornate, proprio contro la Sampdoria dell’ex tecnico rosa. "Mi spiace per i tifosi vedere il Palermo così in basso", dice Rossi

PALERMO. Quattro vittorie nelle ultime cinque giornate, una difesa molto più solida rispetto al passato e un Totti sempre micidiale, già a quota 11 gol: la Roma che sabato arriverà al “Barbera” non è proprio l’avversario più morbido da incontrare per chi deve disputare la “partita della vita”. Quella determinante, che detterà sentenze incontrovertibili. Se il Palermo vincerà potrà continuare  a sperare, altrimenti per i rosanero si schiuderanno le porte della B.
Difficile insidiare i giallorossi che vivono il miglior stato di forma di tutto il campionato. Merito del “tattico” Andreazzoli che ha colmato le lacune iper-offensive della scommessa fallita Zeman. Da quando l’ex collaboratore di Spalletti è stato promosso ad allenatore la Roma ha perso solo una volta. Contro la Sampdoria, all’esordio del tecnico, sei turni fa.
Un vecchio maestro della panchina e un vecchio “amore” del popolo rosanero ha battuto per 3-1 i capitolini. La Samp di Delio Rossi ha giocato una partita smaliziata e aggressiva, cercando di limitare i volumi di gioco diretti a Totti. “Serve giocare con un ritmo altissimo - dice Delio Rossi - la Roma si può impensierire solo così. I rosanero dovranno fare una partita intensa ed aggressiva cercando soprattutto di limitare le fonti di gioco e di maggiore talento della Roma. E’ molto facile a dirsi, difficile a farsi”.
Palermo gli regalato emozioni speciali, Rossi non lo ha mai nascosto. E’ rimasto legato ad ambiente e tifosi e per questo si dice dispiaciuto dell’ultimo posto in classifica dei rosanero:   “Mi dispiace soprattutto per i tifosi. Io sono rimasto molto affezionato a loro e alla piazza - rivela l’ex allenatore rosanero -. Sono vicino alle gente di Palermo in questo momento così difficile e gli dico di non abbandonare la squadra adesso. Non avrebbe senso farlo a campionato in corso quando i giochi non sono ancora chiusi. Il vero tifoso si vede nei momenti di difficoltà”.

Il testo completo dell’intervista a Delio Rossi in un articolo sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati