Sicilia, Politica

Ars, via libera al taglio dei rimborsi dei consiglieri dipendenti

Ridotto lo sbarramento per le amministrative che passa dal 5 al 4%. Sono le norme varate oggi dalla prima commissione legislativa all'Assemblea regionale che per entrare in vigore dovranno passare dal vaglio dell'aula e del commissario dello Stato

PALERMO. Ridotto lo sbarramento per le amministrative che passa dal 5 al 4%, introdotta la doppia scelta uomo-donna per i consigli comunali. Via libera anche al taglio ai rimborsi dei consiglieri dipendenti. Sono le norme varate oggi dalla prima commissione legislativa all'Ars che per entrare in vigore dovranno passare dal vaglio dell'aula e del commissario dello Stato. «Ringrazio il presidente della Regione, Rosario Crocetta, per il rinvio di 15 giorni delle amministrative. Oggi abbiamo ragionato anche su una riforma complessiva del testo unico per gli enti locali, da rinviare a dopo l'approvazione del bilancio. Domani si riunirà la conferenza dei capigruppo per riaprire l'Aula ed approvare questa ulteriore riforma», afferma Marco Forzese, presidente della I commissione legislativa dell'Ars e deputato del gruppo «Democratici e riformisti per la Sicilia».

«Questo disegno di legge - spiegano i parlamentari del PdL Falcone, Vinciullo e Pogliese - rimedia ad un'anomalia che, spesso, ha determinato abusi a danno delle Amministrazioni comunali che dovevano rimborsare gli emolumenti dei consiglieri ai datori di lavoro». La nuova norma, in sintesi, prevede che: «i rimborsi sono dovuti esclusivamente ai dipendenti che risultano essere stati assunti in data antecedente all'avvenuta elezione. Il datore di lavoro dovrà allegare, alla prima richiesta di rimborso, le certificazioni attestanti la data di assunzione del consigliere elettò». «Così - concludono Falcone e Vinciullo - si porrà finalmente la parola fine a tutti quegli abusi di quei soggetti che, dopo essere stati eletti, hanno instaurato rapporti lavorativi fittizi, costringendo le casse pubbliche a notevoli esborsi sino a costituire insopportabili degenerazioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati