Formula 1, disastro Alonso: in Malasya dominio Red Bull

Il ferrarista rompe l'alettone, non entra i box e finisce insabbiato appena dopo un giro e mezzo. "Abbiamo preso un rischio per non finire subito in fondo al gruppo, ma è andata male, la sfortuna è stata terribile"

SEPANG. «Dopo l'urto con Vettel l'alettone si è piegato ma la macchina non sembrava male e abbiamo pensato di continuare senza entrare subito ai box, ma in rettilineo c'è stato un cedimento e la mia gara è finita. Abbiamo preso un rischio per non finire subito in fondo al gruppo, ma è andata male, la sfortuna è stata terribile». Deluso, ma non arrabbiato, Fernando Alonso ha spiegato ai microfoni di Sky Sport il problema che lo ha messo fuori all'inizio del secondo giro del Gp della Malaysia. «Quest'anno abbiamo già visto uscite di pista e incidenti ben più seri, macchine senza alettone che procedevano tranquillamente, senza conseguenze - ha aggiunto lo spagnolo della Ferrari -. Con me invece la sfortuna si è accanita. Certo con il senno di poi è facile parlare: abbiamo preso una decisione ed è andata male». Secondo Alonso, la gara poteva essere invece positiva: «La Red Bull ha fatto una doppietta ma non ha dimostrato quel dominio che sembrava avere in Australia, anzi hanno sofferto un pò. Potevano lottare con loro, in una gara normale...».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati