Palermo, raccolta fondi nelle scuole per la tubercolosi in Tibet

PALERMO. Un raccolta fondi per prevenire e agevolare la diagnosi della tubercolosi nella città di Dharamsala, in Tibet. È l'obiettivo della manifestazione «Now it's Magic 2013», in programma domani al Cinema a King a Palermo, che coinvolge circa 900 bambini di nove scuole elementari e medie della città e i piccoli ospiti di due case famiglia. La manifestazione rientra nell'ambito delle iniziative per la giornata internazionale di lotta alla tubercolosi, mentre il progetto di ricerca, attivo da 2 anni in Tibet, è realizzato da un gruppo di ricercatori dall'associazione Stop Tb Italia Onlus, dall'Aispo e dal San Raffaele di Milano. «I veri protagonisti della manifestazione - dice Danilo Terrana tra i promotori dell'iniziativa nelle scuole di Palermo - sono i bambini, coinvolti in questo progetto di beneficenza. A loro, domani, saranno donati palloni firmati dai giocatori del Palermo calcio, biglietti per le partite e saranno intrattenuti da uno spettacolo di animazione e con la proiezione di un film della Disney, ancora in proiezione nelle sale».
«Con quest'iniziativa - dice Riccardo Alagna, ricercatore del San Raffaele e volontario dell'associazione Stop Tb Italia -  abbiamo già raccolto 4 mila euro per attività di informazione e formazione in Tibet sulla malattia.  Da due anni portiamo avanti iniziative analoghe e insieme all'Aispo e al San Raffaele , che hanno acquistato dei macchinari che consentono di diagnosticare la patologia. L'attività di formazione, che svolgeremo, sarà sull'utilizzo delle apparecchiature. In Tibet la tubercolosi è la quarta causa di morte e colpisce soprattutto i giovani. A Dharamsala, l'incidenza su una popolazione di 100 mila persone, è di  circa 600 casi all'anno».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati