Campi estivi nell’ambiente per un turismo educativo

PALERMO. Parlare in Italia di turismo responsabile e quindi sostenibile è quasi un dovere, non solo perché siamo uno degli Stati con il più alto indice di visitatori al mondo, ma perché siamo anche uno degli Paesi più ricchi di bellezze dal punto di vista paesaggistico e culturale. Un patrimonio inestimabile da tutelare e che Legambiente si impegna a far conoscere ai più giovani con la stagione 2013 dei campi di volontariato che si aprirà già nella settimana di Pasqua con due diverse proposte: nella bellissima e incontaminata isola di Alicudi, alle Eolie, dove i volontari ripristiranno passaggi e sentieri, unica via di comunicazione del luogo, e nel piccolo e caratteristico comune di Sala Biellese, in Piemonte.
«Ogni anno - racconta Luca Gallerano, responsabile del settore Volontariato di Legambiente - migliaia di cittadini accolgono il nostro invito a prendersi cura in prima persona del territorio. Dal 1991, infatti, decine di migliaia di persone di ogni età, genere e nazionalità si sono impegnate con noi per dare il proprio contributo a beneficio della comunità».
Sono aperte, inoltre, le iscrizioni ai campi internazionali: esperienze della durata di due settimane, nei mesi da giugno ad agosto, per i quali è richiesta una minima conoscenza della lingua inglese. Tra questi, quelli organizzati in Nicaragua e Guatemala e a Corfù, in Grecia.

E. MA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati