Cefalù, chiude i battenti il Museo Mandralisca

Questo l'epilogo provocato dai tagli radicali ai contributi della Regione. Ad oggi la struttura custodisce un ricco patrimonio artistico e culturale tra cui il celebre dipinto «Ritratto di ignoto» di Antonello da Messina. «Non possiamo sopravvivere» ha detto il presidente della Fondazione, Angelo Piscitello

CEFALÙ. I tagli radicali ai contributi della Regione provocheranno la chiusura del museo
Mandralisca di Cefalù (Pa), che custodisce un ricco patrimonio artistico e culturale tra cui il celebre dipinto «Ritratto di ignoto» di Antonello da Messina. Il museo è gestito da una
Fondazione che ha deliberato la propria liquidazione per gravi difficoltà finanziarie. «Non possiamo sopravvivere» ha detto il presidente della Fondazione, Angelo Piscitello, che oggi ha
incontrato il sindaco Rosario Lapunzina per annunciare la prossima chiusura del museo.
Fino al 2012 il Mandralisca ha ricevuto 142 mila euro l'anno dalla Regione. Era incluso tra i centri culturali della cosiddetta «tabella H» del bilancio regionale, che a causa dei tagli è stata abolita. Ciò ha aggravato la situazione finanziaria della Fondazione che era già difficile al punto che
i nove dipendenti del museo non ricevono lo stipendio dal giugno 2012. «Non abbiamo - aggiunge Piscitello - altra scelta: fra qualche giorno chiuderemo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati