Galliani: "I cori contro il Palermo non in stile Milan"

Il dirigente rossonero ha definito quei cori «un episodio isolato, una ragazzata, ma va ugualmente censurato. Non vogliamo - ha aggiunto concludendo la lettera pubblicata sul sito del club - che si possa dire e scrivere che il Milan non è in grado di portare avanti con successo quei progetti educativi a cui tiene molto»

MILANO. Il Milan prende posizione contro i  cori «indirizzati ai calciatori del Palermo e ai loro tifosi»   urlati nel settore di San Siro che abitualmente ospita i bambini  delle scuole calcio affiliate, degli oratori e del Csi. Cori che  «certamente non incarnano la storia e lo stile del Milan», ha  scritto Adriano Galliani in una lettera aperta indirizzata ai  presidenti e ai responsabili delle Scuole Calcio Milan, degli  Oratori e delle Squadre CSI presenti ieri allo stadio, invitando  «genitori, accompagnatori ed allenatori ad essere più vigili  onde evitare che simili episodi si possano ripetere».     «Il Milan nella sua storia ultracentenaria vanta una  tradizione di cultura sportiva riconosciuta in Italia e nel  mondo - ha notato l'ad rossonero -. La Società ha sempre  creduto nella grande valenza del giuoco del calcio. Sport  popolare e amato e al contempo veicolo di valori e principi  sani. Spinto da questa convinzione, il Milan è stato ed è  promotore di numerose iniziative dedicate a bambini e ragazzi, a  alle loro famiglie, finalizzate alla promozione di modelli  positivi tra cui si deve certamente annoverare un tifo  rispettoso e sportivo».     Galliani ha definito quei cori «un episodio isolato, una  ragazzata, ma va ugualmente censurato. Non vogliamo - ha  aggiunto concludendo la lettera pubblicata sul sito del club -  che si possa dire e scrivere che il Milan non è in grado di  portare avanti con successo quei progetti educativi a cui tiene  molto».               

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati