Balotelli manda al Diavolo i rosanero

Gli uomini di Sannino sconfitti dal Milan a San Siro. Decide una doppietta di SuperMario. La squadra non gioca male ma due distrazioni della difesa (male Aronica) costano care ai siciliani. Perde pero' anche il Genoa contro la Fiorentina: il quart'ultimo posto dista sempre cinque punti

PALERMO. Non era certo questa la partita dove il Palermo doveva cercare i punti utili per un'ormai insperata salvezza. E infatti, nessun miracolo. Uno scatenato Balotelli, doppietta per lui, stende i rosanero e il Milan vince faciler per 2 a 0. Gli uomini di Sannino non hanno giocato male, ma la squadra è (e rimarrà) quella che è. Brutta prestazione, quella si, della difesa, con Aronica ingenuo in occasione del rigore di Balotelli e non all'altezza sul secondo,  e anche Sorrentino non è stato impeccabile.

Il Palermo ha avuto due occasioni con  Ilicic e Dybala, ma niente da fare. Sannino, tornato sulla panchina rosanero dopo 26  giornate, ha recuperato Aronica in difesa, Morganella sulla  corsia di destra con Donati al centro della linea mediana e ha  mandato in campo la coppia d'attacco Dybala-Ilicic, con lo sloveno  più propositivo. Passo da lumaca nelle prime fasi di una gara che  il Palermo ha tentato di controllare, ma che si è sbloccata  all'8'per la citata trattenuta di Aronica su Balotelli, che ha  indotto Peruzzo a fischiare un rigore abbastanza netto: Supermario  ha battuto sulla destra Sorrentino e la partita ha preso la  prevista direzione a striscie rossonere. Il Palermo verso  fine primo tempo ha avuto qualche buon momento di gioco, ma non ha  mai centrato la porta fin quando Morganella al 38' con un tiro  rasoterra ha costretto Abbiati a una deviazione sulla sinistra.  Sannino nella ripresa ha fatto entrare Nelson al posto  dell'insoddisfacente Garcia. Ilicic al 6' ha messo in imbarazzo la  difesa rossonera con uno slalom e un tiro basso che, deviato da  Bonera, è stato controllato bene da Abbiati. La partenza del  Milan non è piaciuta, nella ripresa: il Palermo ha cercato di  approfittarne e Dybala al 10' dalla destra ha costretto Abbiati a  una difficile parata. La scarsa incisività dei rossoneri ha  suggerito a Allegri di inserire Niang al posto di El Shaarawy. Il Palermo ha continuato ad attaccare:  i rossoneri sono sembrati sulle gambe. Ma il raddoppio di  Balotelli al 21' ha ridato coraggio gli uomini di Allegri: Niang da sinistra, Aronica ha deviato ingannando Sorrentino che ha respinto  corto su Supermario che lo ha trafitto da due passi. In pratica la  partita è finita qui. Il Genoa per fortuna dei rosanero ha perso a Firenze (terza sconfitta consecutiva per i liguri), idem il Pescara, mentre il Siena ha pareggiato. E' dura, quasi una mission impossibile, ma finchè c'è speranza...

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati