Senato, ballottaggio Grasso-Schifani

E' di nove voti la distanza tra i candidati, entrambi palermitani, di Pd e Pd, che hanno ricevuto rispettivamente 120 e 111 preferenza. La quarta votazione per la presidenza del Senato è stata convocata oggi pomeriggio alle 16.30

ROMA. E' di nove voti la distanza tra Piero Grasso (120) e Renato Schifani (111) dopo la terza votazione al Senato per l'elezione del presidente. Luis Orellana (M5S) ha avuto 52 voti. Schede bianche, 22. Due voti a Ignazio Marino, due ad Anna Finocchiaro, uno a Casini e Quagliariello. Presenti 311, votanti 311.
Nel pomeriggio alle 16,30 il Senato voterà il ballottaggio tra Piero Grasso, che ha raccolto 120 voti in mattinata, e Renato Schifani, che ne ha raccolti 111. Due voti sono andati anche ad Anna Finocchiaro mentre il senatore del M5S Luis Alberto Orellana ne ha raccolti 52. Finora il gruppo montiano di Scelta civica ha votato scheda bianca.
In queste ore che separano dal ballottaggio potrebbe anche maturare un diverso orientamento: una parte propenderebbe per appoggiare Schifani, altri insistono per la scheda bianca. La scelta ci sarà a ridosso della votazione, dopo una assemblea che si annuncia molto controversa. Occhi puntati sul professore, dunque, che oggi diventa l'ago della bilancia a Palazzo Madama. Il M5S conferma invece il voto per il suo candidato Orellana."Noi abbiamo fatto una scelta e quella scelta manteniamo" ha detto il capogruppo del M5S Vito Crimi risponde alla domanda se i grillini voterebbero Piero Grasso.
C'é grande aspettativa per il risultato del Senato, in vista di altre scelte, come per il Quirinale ed il governo. "Noi abbiamo proposto una scelta istituzionale. Se invece si dovesse consolidare il ticket proposto dal Pd si precipiterebbe verso il voto", spiega Angelino Alfano.

SCELTA CIVICA VOTERA' SCHEDA BIANCA. A quanto si apprende, i senatori di Scelta civica voteranno scheda bianca nella votazione per la presidenza del Senato, dove sono in ballottaggio Schifani e Grasso.«Nella situazione politico-istituzionale che si è venuta a determinare - si legge in una nota diffusa al termine della riunione - le forze che si riconoscono nel gruppo Scelta Civica per l'Italia ribadiscono che l'assetto di vertice delle istituzioni non pu• rispondere solo a logiche di parte. La drammatica situazione del Paese - viene sottolineato - richiede una coraggiosa impostazione riformatrice che solo situazioni che siano rappresentative di una forte coesione nazionale possono assicurare. Per queste ragioni - conclude la nota - abbiamo deciso di votare scheda bianca anche in occasione del ballottaggio per l'elezione del presidente del Senato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati