Record di incarichi alla Regione nel 2012: assegnati più di 1000 posti

Un esercito inviato in consorzi, commissioni, comitati, enti e cabine di regia. In alcuni casi si tratta di posti assegnati per legge a dipendenti pubblici, scelti poi dal governo: personale che oltre alle indennità, dunque, ha ricevuto ulteriori emolumenti. La gran parte pero' riguarda i privati

PALERMO. Come nel 1860, in Sicilia si è  ripetuto lo sbarco dei mille. Non si tratta però di  garibaldini, ma di consulenti. Nel 2012, l'ex governo regionale  Lombardo ha affidato oltre 1.100 incarichi. Un esercito inviato  in consorzi, commissioni, comitati, enti e cabine di regia. In  alcuni casi si tratta di posti assegnati per legge a dipendenti  pubblici, scelti poi dal governo: personale che oltre alle  indennità, dunque, ha ricevuto ulteriori emolumenti. La gran  parte degli incarichi però riguarda i privati.

I ruoli sono i  più disparati: da revisore a componente di Cda, da consigliere  a commissario straordinario. Anche i compensi variano. Vanno da  poche decine di euro al semplice gettone, fino a 30 mila euro  all'anno. Dentro al lungo elenco, appena pubblicato in Gazzetta  ufficiale come prevede la legge, si può trovare un pò di  tutto. Ci sono dirigenti ben noti alla Regione, cognomi  riconducibili a burocrati, politici e sindacalisti.     Nella giungla di enti e consorzi spicca poi l'Ente parco  dell'Etna, con ben sessanta incarichi di consigliere assegnati  l'anno scorso. Decine gli incarichi assegnati dall'assessorato  alla Sanità, in molti casi non viene però specificato il  compenso. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati