Anziani nel mirino di giovani ladri: a Gela è caccia aperta della polizia

Lo stratagemma per entrare nelle abitazioni sembra avere caratteristiche analoghe in tutti i casi

GELA. Una vera e propria banda capace di colpire senza troppe difficoltà. Negli ultimi giorni, infatti, sono state diverse le segnalazioni e le denunce presentate agli agenti del commissariato di polizia di via Zucchetto. Nella maggior parte dei casi, si tratta di anziani, residenti nel centro storico, finiti nel mirino di un gruppo di giovanissimi. Si muoverebbero su motorini. Lo stratagemma per entrare all'interno delle abitazioni sembra avere caratteristiche analoghe in tutti i casi segnalati. Ad essere prese di mira sono, principalmente, vecchie abitazioni su un unico piano. I ladri bussano alla porta per attrarre l'attenzione della vittima di turno e, in pochi secondi, riescono a penetrare negli appartamenti: arraffando tutto quello che è possibile portare via in un lasso di tempo tanto breve. Nelle ultime ore, sono proseguite le segnalazioni giunte al commissariato di polizia. Per questa ragione, l'attenzione degli investigatori si sarebbe già concentrata su un gruppo di giovanissimi che sembrerebbe corrispondere alle indicazioni fornite dalle vittime. Sotto questo profilo, il gruppo avrebbe optato per le abitazioni più vecchie del centro storico proprio nella consapevolezza di trovarvi all'interno anziani, spesso soli, capaci di opporre una resistenza veramente molto limitata. I ladri, comunque, non portano via solo denaro oppure oro: cercano di fuggire con tutto quello che gli è possibile recuperare. Fughe favorite dal fatto di muoversi a bordo di motorini. Stando alle segnalazioni giunte alle forze dell'ordine, si muoverebbero a gruppi. Bussano alla porta per fare in modo che la vittima prescelta possa perlomeno aprire un varco all'ingresso e, utilizzando la forza, riescono a vincere qualsiasi resistenza. I casi, ormai, sono diversi. Non solo semplici segnalazioni ma anche molte denunce sono già state depositate sui tavoli dei funzionari del commissariato. Una presenza, quella del gruppo di giovani ladri, capace di creare un clima di forte tensione soprattutto tra i tanti anziani che vivono, spesso soli, all'interno di abitazioni del centro storico. Ad aggravare la situazione, il fatto che il gruppo riuscirebbe a colpire anche alla luce del sole: rari, infatti, sono i casi di colpi messi a segno approfittando del buio della notte. Nelle prossime ore, comunque, nuovi sopralluoghi verranno effettuati allo scopo di meglio approfondire la strategia, ormai consolidata, utilizzata dai ladri in motorino. Da tempo, il centro storico della città è diventato terreno propizio per giovanissimi disposti a tutto pur di ottenere denaro o refurtiva, eventualmente, da piazzare o rivendere. Per questa ragione, i controlli delle forze dell'ordine continuano a concentrarsi in questa zona: nonostante la difficoltà di monitorare vicoli, spesso assai difficili da raggiungere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati