Gela provincia, presentato nuovo disegno di legge

Il neo-deputato regionale, Giuseppe Arancio ipotizza un «consorzio di liberi comuni», con Gela capofila

GELA. Far diventare Gela provincia. Lo prevede un ddl presentato dal neo-deputato
regionale, Giuseppe Arancio, gelese. Oggi, dopo la decisione del governo Crocetta di avviare la cancellazione delle province regionali e la ricerca di nuove forme amministrative di aggregazione, questo disegno di legge sta per diventare una proposta per l'istituzione di un «consorzio di liberi comuni», con Gela capofila. Il progetto è stato presentato oggi nel corso di un incontro
con i cronisti durante il quale sono state illustrate le specificità e gli interessi (economici, storici e culturali) che consorziano già una dozzina di comuni. L'unione potrebbe aggiungere presto quota 20 se, dopo Licata, Niscemi e Piazza Armerina, per citare solo i maggiori centri, anche Caltagirone e Vittoria decidessero di «fare sistema con Gela». Alla Regione si chiede che tali consorzi debbano rispettare tre requisiti fondamentali: «la continuità territoriale, una popolazione residente non inferiore a 150 mila cittadini e avere come capofila il comune aderente con il più alto numero di abitanti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati