Carne di cavallo nel ragù Star: positivo all'esame

Lo comunica il ministero della Salute. L'azienda, a seguito dell'allerta europea, aveva già attuato il blocco in autocontrollo e le procedure di ritiro dal mercato dei prodotti

ROMA. Alcuni ragù prodotti dalla Star sono risultati positivi agli esami del dna per la presenza di carne equina non dichiarata in etichetta. Lo comunica il ministero della Salute. L'azienda, a seguito dell'allerta europea, aveva già attuato il blocco in autocontrollo e le procedure di ritiro dal mercato dei prodotti finiti.

L'Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna di Brescia ha
comunicato il riscontro della positività per carni equine non dichiarate in etichetta in quattro prodotti prelevati dai carabinieri del NAS di Milano, in applicazione del monitoraggio disposto dal Ministero della Salute, presso la ditta 'STAR Stabilimento Alimentare S.p.A.' di Agrate Brianza (MB). I prodotti risultati positivi alla prova per la ricerca di carni equine sono: Gran Ragù con verdure STAR - lotto LH 044 - scadenza 13.02.2016; Ragù Bolognese STAR - sugo al pomodoro con carne bovina, suina e olio di oliva - lotto LH 045 - scadenza 14.02.2016; Gran Ragù Classico STAR - lotto LH 035 - scadenza 04.02.2016; Gran Ragù Classico STAR - lotto LH 032 - scadenza 01.02.2016.

Il NAS di Milano, che aveva comunque sottoposto a sequestro sanitario cautelativo oltre 300.000 singole confezioni, le ha oggi sequestrate giudiziariamente per violazione dell'articolo 515 del c.p. (frode commerciale) e sta procedendo agli accertamenti sulla filiera. Nei prodotti citati, secondo l'azienda, erano state utilizzate partite di carne macinata congelata proveniente dalla Romania ed acquistate dal fornitore francese GEL ALPES di Saint Maurice - Manosque, già posto sotto attenzione da parte delle Autorità transalpine.

Quello di oggi è il quarto caso di positività al DNA equino riscontrato dall'avvio delle operazioni di controllo. Gli altri casi sono relativi ai tortellini Buitoni, alla pasta fresca ripiena denominata 'Piemontesino al vitello' e alle Lasagne alla Bolonese confezionate dalla ditta Primia di di San Giovanni in Persiceto (BO). Intanto sta proseguendo su tutto il territorio nazionale, grazie all'azione dei Nas, degli Istituti zooprofilattici e delle Asl, l'attuazione del piano di monitoraggio ministeriale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati