Sferracavallo, catena umana contro il depuratore

PALERMO. Una catena umana in via Barcarello, a Palermo, per protestare a pochi passi dall'ingresso della riserva naturale contro il progetto per la realizzazione di un depuratore per lo scarico di acque reflue nel golfo di Sferracavallo. L'iniziativa, in programma per domenica mattina, è stata organizzata dal Comitato civico il mare di Sferracavallo.  «Il progetto proposto dall'Ato 1 - dice Simone Aiello, del  Comitato civico Il mare di Sferracavallo - non tiene conto che quella indicata è un' area marina protetta oltre che un sito d'interesse comunitario, per questo potrebbero configurarsi danni all'ecosistema marino gravissimi. Abbiamo deciso di manifestare a Barcarello, perchè in quella zona c'è già un pennello fognario colabrodo, che scarica a due chilometri dalla costa le acque reflue dei quartieri Tommaso Natale, Sferracavallo e Cardillo, in altre parole prodotte da un bacino di 10 mila abitanti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati