San Cataldo, altro focolaio di brucellosi

Sabato scorso era accaduto in un allevamento di contrada Grotticelle, dove i capi di bestiame sono stati sottoposti con ordinanza sindacale a sequestro sanitario, nell'attesa delle controanalisi

SAN CATALDO. Un secondo  focolaio di brucellosi in meno di una settimana è stato  individuato dagli ispettori del servizio Veterinario dell'Asp di  Caltanissetta in un allevamento ovino-caprino nelle campagne di  San Cataldo. Sabato scorso era accaduto in un allevamento di  contrada Grotticelle, dove i capi di bestiame sono stati  sottoposti con ordinanza sindacale a sequestro sanitario,  nell'attesa delle controanalisi.

Questa volta l'allevamento si  trova in contrada Pirata Giordano e più della metà dei 500  capi tra ovini e bovini sono risultati positivi agli esami per  l'accertamento della brucellosi. I capi affidati alla titolare  dell'allevamento non sono stati ancora identificati ed abbattuti  come indicato nell'ordinanza. Il sindaco di San Cataldo Franco  Raimondi, su segnalazione del Servizio Veterinario di  Caltanissetta ha emesso così una nuova ordinanza con cui intima  alla titolare dell'allevamento di mettere a disposizione  dell'autorità sanitaria i capi per procedere al riscontro  dell'identificazione e del contestuale abbattimento dei capi  infetti da brucellosi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati