Emergenza randagismo a Gela, 7 cuccioli lasciati dentro un cassonetto

Li hanno scoperti i metronotte che hanno informato gli animalisti: «Va avviata la sterilizzazione»

GELA. Cuccioli abbandonati dentro un cassonetto della spazzatura. Sette cani di appena 40- 50 giorni che rischiano di morire da un momento all’altro perché non curati da nessuno. Si trovavano dentro un container dell’immondizia in una delle strade della zona industriale. La segnalazione è stata fatta dai carabinieri ai volontari dell’Oipa, associazione animalista che opera in città, che si sono immediatamente attivati. Il problema sta nel fatto che nessuno è intervenuto trattandosi delle nove di sera. Oltre quell’ora al comando vigili urbani non c’è più personale in servizio, polizia e carabinieri non hanno competenza. E quello di martedì sera è soltanto uno dei tanti casi che si stanno verificando. Francesca Collodoro, che insieme a Liliana Mistretta ed altri volontari cercano di trovare rifugi temporanei ai randagi, appare però scoraggiata. “Non riusciamo più a farcela con le nostre forze – dice – ogni giorno si verificano casi di abbandono di cuccioli. E se non verrà aperto il centro di sterilizzazione promesso ogni giorno vedremo morire cani o gatti abbandonati. Ed anche i cittadini, anziché segnalare al Comune, in questo modo gireranno lo sguardo dall’altra parte”. “Senza dimenticare – aggiunge – che i cani randagi abbandonati a sé stessi portano anche malattie, come rogna ed altro. E’ una questione di sensibilità, civiltà e rispetto. Noi ci alterniamo a tenere a casa o in stalli temporanei tutti quelli che possiamo, ma si tratta pur sempre di soluzioni non definitive”. I cuccioli sono stati portati ieri al canile di Caltanissetta. Il parco canile è teoricamente pronto. Il Comune ha ceduto i locali dell’ex mattatoio ma si attende l'Asp per il via libera. L'assessore all'Ambiente, Giuseppe Ventura è chiaro. “Serve l'ultima sopralluogo dell'Asp, noi i locali li abbiamo concessi – ha detto – servirebbe anche maggiore sensibilità dei proprietari dei cani, che non possono abbandonare i cuccioli”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati