Aria di crisi nella maggioranza a San Cataldo, Calabrese: luna di miele finita

Sette mesi dopo le elezioni, il vento di novità, che aveva spinto Francesco Raimondi a vincere le lezioni al ballottaggio sembra essersi già fermato, l’entusiasmo come era prevedibile si sta esaurendo e sul tavolo resta una montagna di problemi irrisolti

SAN CATALDO. Continuano insistentemente le voci su una possibile crisi all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Franco Raimondi. Questa volta ad intervenire è il segretario dell’Udc, Salvatore Calabrese. Il partito di centro durante le elezioni amministrative si era alleato con “Il Sacco” sostenendo Giuseppe Scarantino a sindaco della città. “E’ con molto orgoglio – dichiara Calabrese – che constatiamo che quella nostra intuizione è oggi fortemente presente nel progetto che il partito propone a livello nazionale attraverso l’alleanza con la lista civica per Monti. Il nostro progetto lanciato per il bene della città veniva accolto favorevolmente dalla gente in quanto vinceva a primo turno perdendo al secondo solo per la logica paradossale di una legge elettorale che permette la somma di chi perde. Tra loro, però, solo un patto elettorale, non legato da alcuna progettualità politica ma solo dall’ansia di vincere. Sette mesi dopo le elezioni, il vento di novità, che aveva spinto Francesco Raimondi a vincere le lezioni al ballottaggio sembra essersi già fermato, l’entusiasmo come era prevedibile si sta esaurendo e sul tavolo resta una montagna di problemi irrisolti. Nessun risultato tangibile, nessun segnale di cambiamento o quanto meno ai cittadini è arrivato poco. E anche nella maggioranza comincia a manifestarsi qualche crepa. Sembra prossima alla fine la luna di miele tra il Sindaco e la sua maggioranza. Forse addirittura un matrimonio solo celebrato e mai consumato”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati