Crocetta: "Trovata la soluzione per i dipendenti Cefop"

"Siamo riusciti a individuare un percorso di reinserimento dei 350 lavoratori licenziati". E' la decisione al termine dei due tavoli tecnici tra assessori, dipendenti e commissari dell'ente

PALERMO. "Abbiamo trovato la soluzione per i lavoratori del Cefop licenziati". Lo scrivono, in una nota congiunta il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, gli assessori Nelli Scilabra ed Ester Bonafede, al termine di due tavoli tecnici con gli stessi lavoratori e i commissari dell'ente. "Ci siamo attivati da subito per risolvere l'ennesima emergenza sociale della nostra regione e siamo riusciti a individuare un percorso di reinserimento dei 350 lavoratori licenziati - concludono -. I commissari dell'ente revochino i provvedimenti di licenziamento".
"I lavoratori della formazione professionale sappiano che questo governo sta attenzionando tutte le emergenze occupazionali, non solo quella del Cefop, per la quale nelle ultime ore è stata individuata una soluzione. E' mia priorità salvaguardare la loro dignità e i loro diritti. E' mio intendimento, in linea con il programma di governo, rendere più efficace, efficiente, economico e trasparente il sistema complessivo della formazione professionale in Sicilia".Lo dice l'assessore regionale dell'Istruzione e della formazione professionale, Nelli Scilabra. "Un settore in cui è forte l'esigenza di attivare un processo di riforma del quadro normativo per migliorarne il livello e la qualità e renderla realmente aderente alle necessità del mondo del lavoro. Tale processo - continua - non può prescindere dalla considerazione degli interessi, di cui sono portatori i lavoratori della formazione in Sicilia e che questo governo intende tutelare". "Pertanto abbiamo già attivato un monitoraggio del personale docente, tecnico e amministrativo, attualmente utilizzato negli enti per la gestione dei progetti - conclude - distinto in base alla natura del rapporto (a tempo indeterminato/temporaneo). Un monitoraggio che ci aiuterà ad avere un quadro più chiaro, entro cui intervenire".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati