Più iscrizioni all’anagrafe felina, premio per i veterinari

A differenza di quanto avviene per i cani, per i felini l'iscrizione all'anagrafe non è obbligatoria, ma, sebbene consigliata dal ministero della Salute, è lasciata alla sensibilità dei proprietari

PALERMO. Un premio per i veterinari che iscrivono più gatti all'Anagrafe nazionale felina. È la campagna «Meriti un premio» promossa dall'Associazione nazionale medici veterinari per sensibilizzare colleghi veterinari e proprietari a registrare tramite l'installazione del microchip i propri gatti. A differenza di quanto avviene per i cani, per i felini l'iscrizione all'anagrafe non è obbligatoria, ma, sebbene consigliata dal ministero della Salute, è lasciata alla sensibilità dei proprietari. Il concorso a premi per i veterinari vuole essere un mezzo per diffondere la microchippatura anche nei gatti domestici. Per i medici interessati basta registrarsi al sito dell'Anagrafe e poi registrare i suoi pazienti a quattro zampe. Ad ogni gatto iscritto nella banca dati, verrà assegnato un punto e il medico veterinario verrà informato tramite email ogni qualvolta raggiunge il punteggio di 10, 20, 30, 40 e 50 punti accumulati e potrà scegliere un premio fra editoria scientifica, digitale e a stampa, ed iscrizione gratuita ad un congresso nazionale Scivac a scelta. Per l'identificazione e la registrazione del proprio gatto, i proprietari o i detentori possono rivolgersi ad uno dei medici veterinari aderenti. Per individuare il medico veterinario più vicino si può consultare l'elenco dei medici veterinari aderenti, pubblicato on line sul sito dell'Anagrafe felina. A. S.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati