"Spaccio di cocaina", 13 arresti in cinque regioni

Misure cautelari in Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Campania e Sicilia a persone ritenute responsabili, in concorso fra loro, di spaccio di stupefacenti. Decine le perquisizioni

RIMINI. I Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini stanno notificando dalle prime ore di oggi 13 ordinanze di applicazione di misure cautelari in Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Campania e Sicilia a persone ritenute responsabili, in concorso fra loro, di spaccio di stupefacenti, prevalentemente cocaina. Decine le perquisizioni.
Si tratta di cinque italiani, sei albanesi, un tunisino, un macedone arrestati, appartenenti a due gruppi che gestivano lo spaccio in tutta la riviera romagnola, approvvigionando i loro abituali clienti, ormai da anni, con elevati quantitativi di cocaina, che nel caso di due transessuali italiani veniva offerta, a richiesta, come extra alle prestazioni. Alcuni clienti hanno ammesso di aver pagato ingenti somme di denaro a un transessuale italiano che li minacciava di recarsi presso le
loro abitazioni o attività commerciali e di 'fare scandalo' sulle loro preferenze sessuali. Durante le indagini sono state sequestrate migliaia di dosi di stupefacente destinate al mercato della riviera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati