Non solo vacanze di coppia: cresce il turismo per single

In aumento il numero dei turisti «solitari» che approfittano di offerte o si affidano ad agenzie specializzate. In media hanno fra i 30 e i 45 anni

PALERMO. Le chiamano vacanze single friendly e sono destinate a tutti gli «scoppiati» che non hanno intenzione di rinunciare a viaggi e weekend in giro per il mondo solo perché scaricati dall’ex anima gemella e circondati da amici senza ferie o senza soldi.
Il turismo per single prende sempre più piede in Italia con uomini e donne che, avendo maggiore tempo libero a disposizione e minori spese da affrontare, si concedono almeno due vacanze all’anno. E che si tratti di un viaggio lungo o un breve fine settimana, poco importa: ciò che conta, infatti, è uscire dalla routine quotidiana e conoscere luoghi e gente nuova. «Chi decide di partire unendosi a gruppi di sconosciuti – spiega Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Vacanze, uno dei maggiori tour operator in Europa specializzati nell’organizzazione di viaggi per single – affronta questo tipo vacanze con lo spirito giusto, quello di lasciare a casa i pensieri e i problemi di tutti i giorni per ritrovarsi in un ambiente familiare in cui conoscere persone nuove e parlare di tutto ciò che non è ordinario. Lo scopo di questi viaggi – aggiunge – non è quello di creare delle coppie, anche se, in realtà, qualche amore è nato».
Pochi dubbi su chi è il single medio che si tuffa in questo tipo di esperienza: da un sondaggio condotto proprio da Speed Vacanze, infatti, si tratta di uomini e donne di età compresa tra i 30 e i 45 anni, generalmente professionisti ed imprenditori con un livello socioeconomico medio-alto, più comunemente originari del centro e nord Italia. «Più le città sono popolate, maggiore è la richiesta – sottolinea Gambardella –. Solitamente gli utenti che ci contattano utilizzando il web come principale canale di comunicazione. In ogni caso, si concedono minivacanze nel corso di tutto l’anno, senza aspettare i classici periodi di ferie».
Così, i turisti single sembrano scegliere principalmente le crociere e i weekend poco impegnativi da trascorrere in località come Toscana, Sicilia e Puglia: «In estate chiedono anche dei soggiorni mare – spiegano da Ausonia Viaggi, agenzia con sede a Palermo –, ma seguono principalmente le offerte che abbattono i prezzi dei supplementi per single. Il costo aggiuntivo per chi viaggia da solo, infatti, va dai 200 euro a salire».
Questi spiriti liberi in viaggio, però, non disegnano affatto l’idea di andare in giro per le capitali europee. Da un recente sondaggio, condotto sempre da Speed Vacanze, risulta che il 60 per cento dei turisti scoppiati, equamente diviso tra uomini e donne, preferisce mete dell’est Europa (37% Budapest e 28% Praga), mentre il restante 40 per cento si sposta sul versante opposto, scegliendo la penisola iberica. È curioso come, però, a spingere uomini e donne verso le stesse mete siano ragioni assai diverse: se da un lato, infatti, il gentil sesso si lascia trascinare dai paesaggi romantici e carichi di cultura; dall’altro, i maschietti prediligono questi luoghi per la buona birra, le belle donne e la fervida movida notturna.
Weekend a parte, i turisti solitari non rinunciano ai canonici 15 giorni di ferie estive e alla settimana bianca in inverno: proprio su quest’ultimo fronte, emerge che ben il 9 per cento in più di viaggiatori, rispetto allo scorso anno (si passa dal 37% del 2012 al 46% del 2013), trascorrerà qualche giorno sulla neve tra gennaio e marzo scegliendo, nell’ordine, Cortina D’Ampezzo, Courmayeur e Cervinia. Ci sono, infine, gli irrinunciabili dell’abbronzatura che nei mesi invernali faranno una capatina in Kenya (scelto dal 31% degli intervistati dallo staff di Speed Vacanze), a Zanzibar (28%) e in Thailandia (19). 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati