Sanremo al via con la satira di Crozza e coppia gay

Ancora top secret l'intervento del comico. Confermata invece la presenza sul palco dell'Ariston di Stefano e Federico, i due giovani torinesi protagonisti di un video, cliccatissimo sul web, in cui annunciano che dopo 11 anni di amore si sposeranno il 14 febbraio a New York

SANREMO. Al talento da trasformista di Maurizio Crozza non è sfuggito neanche papa Ratzinger, ma bisognerà aspettare domani sera per scoprire se il comico prenderà spunto dalla notizia epocale delle dimissioni del pontefice per riproporlo nel suo intervento, ancora top secret,
al festival di Sanremo. L'unica certezza, al momento, è che l'attore avrà a disposizione mezz'ora sul palco, probabilmente nel cuore della prima serata. All'Ariston anche le nozze gay, con la presenza di Stefano e Federico, i due giovani torinesi protagonisti di un video, cliccatissimo sul web, in cui annunciano che dopo 11 anni di amore si sposeranno il 14 febbraio a New York: «Penso che portare questa esigenza sul palco sia doveroso, stiamo parlando di un tema di risonanza internazionale», spiega Fazio, che non anticipa come la coppia racconterà sua storia, nè conferma le indiscrezioni su un possibile bacio, ma assicura che se ne parlerà «con molta delicatezza». «No che non si baciano - gli fa eco Luciana Littizzetto -, solo io posso baciare Pippo Baudo su quel palco». In apertura, l'omaggio a Verdi sulle note del Nabucco. Poi spazio ai primi sette big, con due brani ciascuno. Primo a salire sul palco sarà Marco Mengoni (L'essenziale, Bellissimo), poi Raphael Gualazzi (Senza ritegno, Sai (ci basta un sogno), Daniele Silvestri (A bocca chiusa, Il bisogno di te (ricatto d'onor), Simona Molinari con Peter Cincotti (Dr Jekyll Mr Hyde, La felicità), Marta sui tubi (Dispari, Vorrei), Maria Nazionale (Quando non parlo, È colpa mia) e Chiara (L'esperienza dell'amore, Il futuro che sarà). A pochi minuti dalla seconda esecuzione, si saprà quale dei due brani resterà in gara, in base al televoto del pubblico e al voto della giuria della stampa (che peseranno entrambi per il 50%). Ad annunciarlo, i "presenter": Marco Alemanno per Mengoni, Ilaria D'Amico per Gualazzi, Valeria Bilello per Silvestri, Flavia Pennetta per Molinari-Cincotti, le sorelle Parodi per Marta sui tubi, Vincenzo Montella per Maria Nazionale, Stefano Tempesti per Chiara. Ospite speciale della serata Toto Cutugno, con 40 soldati e tre generali dell'Armata Rossa: «Avete letto che il festival è eterodiretto dalla Russia - scherza Fazio, alludendo alle recenti affermazioni di Anna Oxa - e quindi c'è l'Armata Rossa. Ma nessuno sapeva che il capo è Toto Cutugno: l'avevamo sempre sospettato, ora l'intrigo viene svelato e Toto viene con una pattuglia e ci invadono, almeno credo di aver capito così». Cutugno riceverà un premio alla carriera e festeggerà i 30 anni dell'Italiano, il cui testo è stato attualizzato dal pubblico sul web.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati