Le dimissioni del Papa, boom di commenti su Twitter

Oggi il web, i siti delle principali testate giornalistiche mondiali e le reti sociali sono esplose con stupore. Secondo alcuni utenti il gesto è "destinato a cambiare la Chiesa"

ROMA. Aveva aperto ad Internet come "una nuova agorà" e ai social network considerandoli mezzi in grado di "rafforzare i legami di unità tra le persone" tanto da inaugurare account Twitter in diverse lingue. E oggi, dopo la storica decisione, il web, i siti delle principali testate
giornalistiche mondiali e le reti sociali sono esplose con stupore, commenti per il gesto che secondo alcuni utenti è "destinato a cambiare la Chiesa" e anche interrogativi sulla salute fisica e psicologica di Benedetto XVI.

In pochissimi secondi sono stati migliaia i tweet rilanciati a livello globale, dagli Stati Uniti, all'Europa, all'Asia, passando per il Medio Oriente. In oltre tre ore sono stati registrati più di 700 mila tweet, con #Papa l'hashtag più usato, nel 92% dei post: sono queste le stime di Reputation Manager, la società che ha monitorato Twitter.

Insieme a Papa' sono diventati trend mondiali anche le espressioni collegate all'annuncio di oggi come 'dimissioni'; '28 febbraio', la data in cui il pontefice lascerà; ma anche 'padre Lombardi' il portavoce della Santa Sede che dopo l'annuncio di Benedetto XVI ha tenuto una conferenza stampa. In Italia, tra i trend, sono comparsi anche 'Nanni Moretti' e 'Celestino V'. Del regista romano la rete ha ricordato il film del 2011 'Habemus papam' in cui il pontefice interpretato da Michael Piccoli fugge prima della sua elezione; Celestino V è invece il papa "del gran rifiuto", menzionato da Dante nella Divina Commedia.

Gli utenti di tutto il mondo seguono in tempo reale le notizie, le commentano e postano aggiornamenti. C'é chi ha condiviso online l'annuncio ufficiale, chi ha messo in rilievo la portata storica della decisione: "Tutti i Papi avevano problemi di salute. Le dimissioni mi sembrano un gesto di libertà destinato a cambiare la Chiesa", scrive @danilotaino; "Un atto ultramoderno di un Papa tradizionalista, dice @fanreggi; "un esempio che molti dovrebbero seguire", è il post si @erapisardi. Alcuni utenti sottolineano il lato umano della decisione ("L'ultima parola che mi viene in mente per definire uno che è ricoperto dall'oro - e lo sarà anche dopo le dimissioni - è UMILTA', scrive @Ale_Tredici) e non mancano riferimenti alla salute di Benedetto XVI ("Massimo rispetto per i malati, chiunque essi siano", dice @StefanoAsburgo). Molte anche le reazioni dei politici: da Pierluigi Bersani ("gesto di novità per il futuro") a Mario Monti che si è detto "scosso per la notizia"; da Mara Carfagna ("un grande Papa") a un "commosso" Oscar Giannino che scrive: "i vecchi politici hanno di che riflettere". E, in effetti, alcuni tweet degli utenti accostano l'importante decisione del Pontefice alla mancanza di coraggio dei politici italiani ad abbandonare le poltrone.

In queste ore sono menzionati anche gli account multilingua del Papa, @Pontifex: quelli più menzionati - sempre secondo Reputation Manager - sono l'account italiano (90% mentions),
quello spagnolo (7%) e quello tedesco (2%). L'ultimo tweet del Papa è del 10 febbraio: "Dobbiamo avere fiducia nella potenza della misericordia di Dio. Noi siamo tutti peccatori, ma la Sua grazia ci trasforma e ci rende nuovi", ha scritto Benedetto XVI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati