Serie A: pari del Milan, la Roma non si rialza

I rossoneri pareggiano grazie ad un rigore di Balotelli, i blucerchiati schiantano 3 a 1 i giallorossi

ROMA. Balotelli si sveglia tardi e riesce  solo ad evitare la sconfitta del Milan a Cagliari trasformando  con freddezza un rigore. Per i milanisti è comunque un passo  falso perchè rimangono a due punti dalla Lazio, in attesa del  posticipo che potrebbe consentire all'Inter di salire a un punto  dai biancocelesti. È il clou del turno pomeridiano che vede  acuirsi la crisi di una Roma in caduta libera che perde 3-1 in  casa di una Samp rigenerata da Delio Rossi con Osvaldo che sullo  0-1 tira goffamente un rigore sottratto a Totti. Vince solo  l'Udinese su un modesto Torino (e diventa 8/a scavalcando i  giallorossi) mentre gli altri 4 incontri finiscono in parità e  nella serie A dei tre punti è un evento raro.    

I giochi nell'alta classifica del resto erano già fatti dopo  i corposi anticipi del sabato: la Juventus affronta la Champions  corroborata dal limpido successo sulla Fiorentina. Ora i punti  di vantaggio sono tornati cinque grazie alla superba prestazione  della Lazio che ha messo alla frusta il Napoli che solo alla  fine ha trovato il pari in una gara illuminata da quattro legni.     Il Milan non trova i tre punti agognati a Cagliari pur  insistendo con la premiata ditta Balotelli-El Shaarawi. La gara,  che si disputa a Is Arenas dopo le polemiche di questi giorni,   è molto equilibrata ma a chiusura del primo tempo i sardi  trovano il vantaggio con Ibarbo che di nuca anticipa Zapata. Poi  nella ripresa i rossoneri cercano di recuperare ma le punte non   trovano spazio e per trovare il pari ci vuole uno scomposto  intervento di Astori, che viene espulso, su Balotelli che  trasforma il rigore con una finta e poi zittisce il pubblico che  fischia. Alla fine un gol di Balotelli viene annullato perchè  il pallone era uscito sul cross di Boateng. Chissà se  Berlusconi avrà rafforzato la sua posizione critica nei  confronti di Allegri dopo la colorita espressione di ieri.    

 Ma se il Milan borbotta alla Roma non resta che piangere. Il  cambio di panchina conferma limiti tattici e caratteriali:   Andreazzoli ripresenta Stekelenburg e De Rossi e nella prima  fase la squadra crea più opportunità. I giallorossi fanno  centro con Lamela su iniziativa di Totti ma il gol viene  annullato per  fuorigioco. In realtà l'argentino è in  posizione regolare mentre non lo era, nella prima fase  dell'azione, Marquinho. Inutili le proteste di Totti e poco dopo  i liguri passano con un'azione di Poli che serva sulla fascia  l'indisturbato Estigarribia che trova l'angolino opposto. Poi la  Roma spreca la migliore occasione per pareggiare: Osvaldo viene  atterrato da Gastaldello in area ma sbaglia il rigore con un  tiro lento e prevedibile. La Sampdoria trova mordente e atterra  la Roma con il raddoppio di Sansone con una punizione gioiello.  Lamela riapre i giochi sfruttando una confusa situazione, ma in  pochi minuti i liguri segnano il 3-1 con Icardi (ottavo centro  stagionale) sotto gli occhi del ct argentino Sabella. La Roma  colpisce la traversa  con Lamela ma questa netta sconfitta  conferma la complessità della crisi. Alla fine scintille tra  Delio Rossi e Totti.    

Il Siena riesce a portarsi in vantaggio a Bologna con uno  splendido colpo di testa di Emeghara, che ripete la prodezza con  l'Inter, ma i rossoblù recuperano con Konè su iniziativa di  Diamanti. L'Udinese regola uno scialbo Torino con un gol  iniziale di Pereira che riprende una conclusione respinta del  solito Di Natale e la formazione di Guidolin, meno spettacolare  di altre stagione, continua a risalire in classifica.  Nell'anticipo dell'ora di pranzo vince la paura di perdere  con Parma e Genoa che rischiano poco ma a recriminare sono gli  ospiti che hanno colpito due pali con Bertolacci. Gli emiliani  di Donadoni stanno perdendo smalto e la coppia d'attacco Amauri  -Belfodil non riesce più a eccellere. Ma sono ben altre le  squadre ad essere inguaiate 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati