Appartamenti a tinte forti Ecco le tendenze per le pareti

Per dipingere i muri domestici l’arancione, il giallo, il rosso e il blu sono oggi i più venduti. Gli amanti del classico scelgono invece il bianco sporco

Una casa può avere un aspetto completamente diverso se si decide di cambiare il colore alle pareti. Le tendenze di questi ultimi mesi parlano chiaro. La casa deve esprimere personalità e soprattutto buonumore. È per questo che vanno sempre più di moda le tinte forti, dal rosso al marrone, passando per l’arancio e addirittura il nero. Poi c’è chi non si accontenta e pretende di scegliere per le proprie mura domestiche un colore unico che nessuno possiede. Creare la propria nuance oggi è possibile perché in commercio esistono diversi prodotti, chiamati «tintarelli» o «coloranti» che aggiunti alla tintura bianca gradualmente permettono di ottenere un colore più o meno intenso, proprio secondo i gusti. «Questi coloranti hanno un costo irrisorio. Soltanto due euro — afferma Davide Pecorella dell’omonimo negozio di ferramenta di via Aurispa a Palermo - i colori che vendiamo di più sono senza dubbio il giallo, il rosso, il blu. Poi per gli amanti del classico non manca mai il bianco sporco che regala luminosità agli ambienti». Il mercato si è molto allargato e offre anche colori dagli «effetti speciali». Il loro costo è più elevato ma la resa è sorprendente, rendendo una stanza una piccola opera d’arte. «I nostri clienti ci richiedono una grandissima quantità di colori per pareti con effetti decorativi - afferma Pino Cirasa, titolare del negozio di ferramenta di via San Giovanni Di Dio, traversa di corso dei Mille - i preferiti sono quelli metallici, perlate e anche quelli con i brillantini. Quest’ultimi ottimi per le camere da letto più ricercate. Il costo di questi prodotti chiaramente è più elevato, un secchio di due chili e mezzo può costare dai settanta ai novanta euro. Di certo vale la regola che più il colore è pigmentato e quindi forte più il prezzo sale. Ad esempio il bianco classico costa sui trenta euro. Acquistando i tintarelli si possono creare le più svariate tonalità che non saranno mai però troppo intense». Non accenna a passare di moda lo stile fusion. Cambiano le regole e anche le pareti di una stessa stanza possono essere ridipinte di colori diversi e a volte anche a contrasto. Gli accostamenti più scelti sono il rosso e il nero per i salotti, il giallo ed il marrone per le cucine oppure il blu ed il grigio per i bagni. Su internet è possibile trovare delle palette in cui ci sono tantissime tonalità di uno stesso colore. È divertente scegliere la tonalità del cuore e poi cercarla di rifarla per la propria casa. Addirittura, andando sul sito internet made in Usa www.housebeautiful.com è possibile caricare la foto della stanza che si decide di ridipingere e provare quale colore si accosta nel migliore dei modi con il resto dell’arredamento. Basta soltanto avere un po’ di dimestichezza con la lingua inglese. Gli esperti del settore consigliano comunque di utilizzare la fantasia perché la cosa fondamentale è che la casa rispecchi la persona che la abita. «Per gli indecisi consiglio sempre di utilizzare il blu balena - afferma Andrea Castrignano l’interior designer di La 5 del reality Cambio casa, cambio vita - è un mix tra il blu e il grigio che si adatta benissimo alle camere da letto ma anche ai bagni e agli ingressi. Si va di certo a colpo sicuro e il rischio di sbagliare si abbassa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati