Vino siciliano, prosegue il programma di internazionalizzazione

PALERMO. Prosegue il programma di internazionalizzazione del vino siciliano messo a punto
dall'Istituto regionale Vino e Olio. Nel 2012 sono stati coinvolti 9 Paesi, 60 aziende, 1.500 operatori specializzati. Tra i mercati coinvolti i Paesi emergenti come l'India, il Brasile, la Russia, la Polonia fino a quelli già affermati e più rilevanti in termini commerciali come il Regno Unito, i
paesi scandinavi e la Cina. Lucio Monte, responsabile Area tecnico-scientifica dell'Irvos, è ottimista sul fatto che i risultati del 2013 saranno in linea con le aspettative create dalle performance dello scorso anno: «Abbiamo posto le basi - ha detto - per un percorso che condurrà le aziende vitivinicole siciliane che fondano la loro produzione sull'alta qualità dei processi e del prodotto ad essere sempre più percepite come protagoniste del panorama enologico mondiale del vino di qualità».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati