Crisi, chiuse 122 aziende artigiane da gennaio nel Palermitano

PALERMO. La crisi economica a Palermo e provincia non risparmia nessuno: dai parrucchieri ai grafici, dagli ottici ai fotografi e persino ai titolari di autolavaggi e di imprese edili. Dall'inizio dell'anno a oggi sono già 122 le aziende cancellate dal registro delle imprese. È quanto emerge dall'elenco delle pratiche esaminate il 28 gennaio scorso dalla Commissione provinciale per l'artigianato di Palermo della Camera di commercio del capoluogo siciliano, che ha «certificato» la chiusura di 77 aziende (oltre alle 45 richieste di cessazione attività approvate a metà gennaio) a fronte di appena 28 nuove iscrizioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati