In rete l’erede del Tamagotchi: tutti pazzi per il cucciolo Pou

È ai primi posti tra le applicazioni gratuite scaricate da Playstore con una valutazione di 4,7 stelline su 5. Creato da un giovane programmatore libanese

PALERMO. Vi ricordate il vecchio Tamagotchi? Erano gli anni '90 quando questo giochino elettronico spopolava tra i ragazzi e le ragazze di tutte le età. Adesso, nell'era degli smartphone e dei tablet lo stesso successo spetta a Pou, un gioco del tutto simile al cucciolo virtuale che ci portavamo dietro molto tempo fa.
Ebbene, ispirandosi al fortunato modello degli anni Novanta, il giovane programmatore libanese Paul Salameh ha creato una nuova versione del gioco disponibile su iPhone, iPad, tablet e smartphone Android. L'applicazione è già stata scaricata da dieci milioni di persone in tutto il mondo, un numero destinato a crescere nei prossimi giorni.
Ma come funziona e che cos'è Pou? Si tratta di un piccolo cucciolo dalla forma indefinita (c'è chi lo identifica con una patata, chi con un alieno, altri ancora con un uovo) di cui bisogna prendersi cura per farlo vivere e crescere. Si, perché se non si nutre o se non si curano tutti i suoi bisogni, Pou muore. Migliaia di ragazzini, infatti, pur di far sopravvivere il loro cucciolo, finiscono per usare l'applicazione anche tra i banchi di scuola, poiché, oltre a viverlo come un gradevole passatempo, l'animale domestico virtuale rappresenta per loro una vera e propria responsabilità. Scaricato e installato, la prima azione richiesta, una volta aperta l'app, è di battezzare il simpatico animaletto, assegnandogli il nome che si preferisce. Esso può muoversi all'interno di quattro stanze: la camera da letto, dove farlo dormire spegnendo accuratamente la luce, la cucina, dove farlo mangiare, facendo attenzione, però, a variare la dieta e a non farlo ingrassare, la game room, per farlo divertire, e il lab, una stanza speciale, dove Pou si potrà rigenerare, semplicemente pulendolo o curandolo con delle pozioni. A ogni operazione compiuta da questo pet virtuale, si guadagnano dei gettoni. Con queste monete (il cui numero è indicato da un'icona sul display) il giocatore potrà comprare dei gadget: nuovi vestiti, occhiali, capelli, parrucche ed altro per personalizzare il proprio Pou.
Nella parte alta del display è possibile vedere lo stato d'animo di Pou, raffigurato da quattro importanti fattori per tenerlo in buona condizione fisica e psicologica: l'energia, la salute, la felicità e la fame. Più queste quattro icone diventano verdi, più Pou sarà soddisfatto e apparirà felice, in caso contrario basterà guardare la sua espressione per capire che c'è qualcosa che non va. A tutto ciò si aggiunge la community, dove questo speciale animaletto può "socializzare" con gli altri suoi simili. Al giocatore basterà cercare l'indirizzo di posta elettronica oppure per nome utente gli altri Pou disponibili in quel momento e fare entrare il proprio pet nelle stanze di altri giocatori per divertirsi con loro.
Il sito ufficiale dell'applicazione è www.pou.me, mentre su help.pou.me si possono trovare le risposte alle domande più frequenti su come funziona e, se volete, è possibile anche inviare suggerimenti o altre richieste per migliorare l'applicazione. Infine, se volete rimanere aggiornati sulle ultime novità e sugli aggiornamenti per Android o iPhone, basta seguire la pagina Facebook di Pou o l'account Twitter.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati